Menu
Mostra menu

Eventi

Solenne giuramento del 191° Corso di Applicazione
Roma - Scuola Ufficiali ,  28/10/2011

L'ingresso dei giurandi

Questa mattina, nel corso di una cerimonia densa di significato, i giovani Ufficiali del 191° corso di Applicazione hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana.

Il 191° Corso "Fede", formato da 49 Sottotenenti dei Carabinieri e da 4 Ufficiali provenienti da Afghanistan, Albania e Senegal, è intitolato alla Medaglia d'Oro al Valor Militare Sottotenente Cabruna Ernesto, magnifico "asso cacciatore" dell'aviazione nel primo conflitto mondiale.
La solenne Cerimonia si è svolta alla presenza del Comandante Generale dell'Arma Leonardo Gallitelli, di numerose autorità civili e militari, dei familiari e del Corpo accademico dell'Istituto.

La presenza dei massimi Vertici dell'Istituzione ha rappresentato una chiara testimonianza dell'attenzione rivolta a questo Istituto di alta formazione, costantemente proteso ad esaltare il "sapere" culturale e professionale dei suoi Ufficiali nell'ambito di un chiaro quadro di riferimento etico.

Il Comandante Generale depone una corona d'alloro in memoria dei caduti

Dopo l'afflusso dei Reparti, hanno fatto ingresso il Medagliere dell'Arma, seguito dal labaro dell'ONAOMAC, mentre sulle note dell'inno d'Italia si è inserita nello schieramento la Bandiera dell'Istituto, già insignita della Croce d'Oro al Merito dell'Arma dei Carabinieri per la cura dedicata in oltre un secolo di attività nell'addestramento e nella preparazione dei futuri Comandanti dell'Istituzione.
Il momento solenne del giuramento, prestato singolarmente dagli Ufficiali, è seguito agli Onori resi al Comandante Generale dell'Arma e al ricordo di tutti i Caduti.
Forti sono state le emozioni vissute dagli Ufficiali che hanno compiuto l'atto più sacro e impegnativo degli uomini e delle donne con le stellette: momento di totale, convinta e libera scelta di essere "fedeli alla Repubblica Italiana".

Intervento del Generale Gallitelli

Stesse emozioni e sentimenti hanno vissuto le famiglie presenti che, incarnando i migliori valori della nostra società, hanno preparato i ragazzi a questa scelta di vita non facile, ma per questo ancora più esaltante.

"Questa cerimonia vi consacra formalmente Ufficiali dell'Arma dei Carabinieri" ha spiegato il Comandante dell'Istituto, Generale Ugo Zottin. "Il nuovo stato giuridico - ha proseguito - vi impegna a preservare il patrimonio di valori che hanno reso Benemerita la nostra Istituzione".

Parole rimarcate con profonda emozione dal Comandante Generale Leonardo Gallitelli che, nel corso del suo intervento, ha voluto sottolineare l'importanza e il senso della cerimonia. "Voi avete già scelto la strada che dovete percorrere, forti della vostra determinazione ad essere utili, a servire, a provvedere, a condividere i bisogni altrui, a tutelare la legalità. Sono sicuro - ha concluso Gallitelli - che saprete raccogliere il testimone di questa Istituzione impareggiabile. Auguri di cuore ragazzi. Buona fortuna!"
Francesco Morelli