Menu
Mostra menu

Eventi

Si é concluso il XIX Raduno Nazionale dell'Associazione Nazionale Carabinieri
Latina ,  25/05/2008
Si è concluso oggi il XIX raduno dell'Associazione Nazionale Carabinieri con la sfilata dei radunisti lungo Corso della Repubblica a Latina.
Il Ministro della Difesa on. Ignazio La Russa e il Comandante Generale dell'Arma Gianfrancesco Siazzu
Alla presenza del Ministro della Difesa, On. Ignazio La Russa, del Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Generale Gianfrancesco Siazzu, del Presidente dell' Associazione Nazionale Carabinieri, Generale Michele Colavito, del Vice Comandante Generale dell' Arma, Generale Giorgio Piccirillo e di numerose altre autorità, hanno sfilato oltre 50.000 Carabinieri in servizio e in congedo.

Ha aperto la sfilata la Fanfara della Scuola Allievi Carabinieri di Roma, seguita dalla Bandiera dell'Arma e da un reparto in armi, formato da compagnie composte da Carabinieri in varie uniformi.

Hanno poi sfilato la Bandiera dell' Associazione Nazionale Carabinieri, gli ex Comandanti e Vice Comandanti dell'Arma dei Carabinieri e i massimi vertici dell' istituzione.

A seguire, una rappresentanza degli organismi di rappresentanza dell'Arma, i Vice Presidenti e i Segretari Nazionali, i ragazzi dell'Opera Nazionale di Assistenza agli Orfani dei Militari dell'Arma dei Carabinieri, le sezioni estere e i gruppi omogenei.

Hanno concluso la sfilata gli Ispettorati Regionali dell'Associazione Nazionale Carabinieri e le organizzazioni di Volontariato.

Resa degli onori alle AutoritàLa sfilata si è svolta dalle 9 alle 14,30 ed ha coinvolto i soci provenienti dalle 1.325 sezioni dell'Associazione Nazionale Carabinieri sparse sul territorio nazionale e dalle 24 sezioni estere, dal Canada (Vancouver, Ottawa e Toronto) all'Australia (Perth, Sidney, e Melbourne), dal Brasile (San Paolo e Rio de Janeiro) al Sud Africa (Johannesburg), che si sono mescolati ai colleghi dell'Arma in servizio dando vita alla festosa manifestazione. Fra le sezioni più numerose quelle del Lazio (circa 10.000 presenze su 135 sezioni), della Lombardia (circa 7.000 presenze) e del Piemonte (7.000 presenze) e dell'Emilia Romagna (circa 6.000 presenze).

Si è trattato del più importante momento della vita associativa di un sodalizio che si è confermato ancora una volta vivo e presente nel tessuto connettivo della società, nella quale e per la quale opera assiduamente. A testimoniarlo, la presenza alla sfilata di 25 fra Sindaci e Presidenti di Provincia con Gonfaloni, che rappresentavano idealmente la vicinanza delle rispettive comunità locali, delle quali i presidi dell'Arma costituiscono sempre più un patrimonio. Un impegno, quello dell'Associazione Nazionale Carabinieri, che si esplica nel settore del volontariato e della protezione civile con 170 Nuclei, molti mezzi dei quali hanno sfilato oggi accanto ai radunisti.

Un momento della sfilataNumerose anche le famiglie dei soci, provenienti da ogni parte d'Italia, la cui presenza sottolinea l'importanza del loro sostegno ed esalta i sentimenti e i valori che da sempre costituiscono patrimonio dell'Arma.

L'appuntamento di oggi ha chiuso il XIX Raduno, che ha avuto come tema ispiratore "Onore ai Carabinieri caduti nella lotta al crimine", per ricordare tutti quei militari che, in ogni tempo, si sono immolati per tutelare la legalità ed i cittadini contro ogni tipo di sopraffazione criminale.
La manifestazione, iniziata giovedì scorso, ha alternato gli onori ai caduti in alcuni luoghi della città e in un comune limitrofo a saggi sportivi, esibizioni, come il Carosello Storico del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo, all'inaugurazione della mostra dei cimeli storici dell'Arma, ed a momenti musicali, come i concerti delle fanfare del X Battaglione Carabinieri "Campania" e della Scuola Allievi di Roma e quello della Banda dell'Arma.

Sabato 24 maggio ad Aprilia, inoltre, è stata inaugurata la nuova sede della Compagnia Carabinieri, intitolata al Maresciallo Medaglia di Bronzo al Valor Militare Luigi Zaccheo