Menu
Mostra menu

Eventi

Premio "Eroi di Pace" 2005 all'Arma dei Carabinieri
Roma ,  18/05/2005

Nella mattinata, in Roma, presso il Salone del Consiglio Nazionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l'Arma dei Carabinieri ha ricevuto il premio "Eroi di Pace", istituito da FMR-ART'E' e che ha ricevuto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, a testimonianza della straordinaria importanza dell'iniziativa.
Si è trattato della prima edizione di un Premio che il Gruppo FMR-ART'E', leader in Italia ed in Europa nel mercato dell'arte contemporanea e dell'editoria di pregio, intende assegnare ogni anno a personalità o istituzioni italiane che si distinguono per il proprio impegno a favore della pace.

"In una congiuntura particolarmente delicata - si legge tra l'altro nella motivazione del premio - l'Arma dei Carabinieri si è distinta per lo specifico impegno a favore di popolazioni coinvolte in eventi bellici, così da alleviarne il più possibile le sofferenze e da ristabilirne i valori di vita civile e culturale.Un momento della cerimonia condotta dal giornalista Bruno Vespa Tali azioni, oltre a essere volte a ricreare le condizioni di una normale vita sociale, hanno contribuito in maniera determinante alla salvaguardia del tessuto culturale, sino a configurare una diretta tutela del patrimonio artistico-culturale, ribadendone così il ruolo fondamentale in seno al concetto di vita civile. L'azione dell'Arma, agendo sul piano della solidarietà internazionale e di un nobile intendimento dell'uguaglianza tra i popoli, incarna pienamente il significato di "creazione della pace", inteso come valore imprescindibile della convivenza e dell'incontro tra le diverse culture".

Il premio è stato ritirato dal Comandante Generale Luciano Gottardo, presenti il Ministro per i Beni e le Attività Culturali Rocco Buttiglione, il Prof. Louis Godart, Consigliere per la Tutela del Patrimonio Artistico della Presidenza della Repubblica, la signora Marilena Ferrari, Presidente di FMR-ART'E', e molte autorità civili e militari, nel corso di una cerimonia condotta dal giornalista Bruno Vespa.Intervento dell'on.Rocco Buttiglione

Secondo il Ministro Buttiglione, le dimensioni di questo premio all'Arma sono due: "In primo luogo - ha detto - l'Arma è un modello di forza al servizio della ragione e della convivenza civile & una seconda dimensione del premio attiene invece al grande lavoro che l'Arma ha svolto e sta svolgendo all'interno del Ministero per la protezione del patrimonio culturale italiano, ma anche per la lotta contro la contraffazione ed il commercio illegale di opere d'arte non solo in Italia, ma nel mondo".

Per il generale Gottardo il premio "riconosce l'impegno dell'Arma soprattutto nelle missioni di pace, rivolte non solo al ripristino dell'ordine sociale profondamente turbato e a portare soccorso alle popolazioni sofferenti, ma anche alla salvaguardia dei beni artistici e culturali, che sono l'identità di un popolo, ma appartengono al patrimonio dell'umanità".

La signora Marilena Ferrari con i generali Gottardo, Bellini e SantiniOltre al premio, al generale Gottardo verranno consegnati anche i primi tre esemplari di tre opere commissionate da FMR-ART'E' ad alcuni artisti e ispirate al tema del Costruire la Pace; il volume "Orlando Furioso", il cui testo introduttivo è curato dal Prof. Walter Pedullà, con illustrazioni del maestro Elvio Marchionni, e due sculture in bronzo realizzate dal maestro Paolo Annibali: "Il costruttore di Pace" e "Il sogno dell'Eroe". Il significato di tale donazione a favore dell'Arma dei Carabinieri acquista anche un valore particolare, ponendo quasi sotto "tutela" alcune espressioni significative dell'arte.