Menu
Mostra menu

Eventi

Il Comandante Generale in visita alla Regione Carabinieri "Piemonte e Valle d'Aosta"
Torino ,  12/09/2005

Il generale Gottardo incontra una rappresentanza dell'ANCNel pomeriggio del 12 settembre, il generale Luciano Gottardo, Comandante Generale dell'Arma, si è recato a Torino in visita al Comando Regione Carabinieri "Piemonte e Valle d'Aosta", ove è stato ricevuto, nella caserma "C. Bergia", da quel Comandante, Generale di Brigata Saverio Cotticelli.

E' seguito il consueto briefing di presentazione del Comando Regione, alla presenza degli Ufficiali della sede e dei comandanti Provinciali del Piemonte e della Valle d'Aosta, nel corso del quale il generale Cotticelli ha evidenziato gli importanti risultati operativi conseguiti dall'Arma, che nel decorso del 2004 ha perseguito - nella competenza - oltre 150.000 reati, traendo in arresto 5.517 persone e Il generale Gottardo incontra il personale della Regione e del CoBaRdenunciandone oltre 25.000 in stato di libertà. Nella circostanza, sono state illustrate le attività connesse allo svolgimento delle prossime Olimpiadi Invernali di Torino, in programma dall'11 al 26 febbraio 2006, a distanza di 50 anni dalla precedente edizione italiana di Cortina d'Ampezzo del 1956.

Stamattina, invece, il generale Gottardo ha incontrato una folta rappresentanza di militari delle 344 Stazioni dislocate sul territorio e dei vari reparti speciali, i componenti del Co.Ba.R. (il Comitato di Base di Rappresentanza) ed una delegazione dell'Associazione Nazionale Carabinieri.

Nell'incontro con la stampa, il generale Gottardo, in risposta ad alcune domande dei giornalisti, ha ribadito che Il generale Gottardo incontra gli allievi della scuola di Torino"il problema criminalità viene affrontato attraverso il controllo del territorio che, in questi ultimi tempi, è stato intensificato" e, nel sottolineare che "in Piemonte quotidianamente vengono espletati ben 500 servizi esterni. Un numero elevato che costituisce un grande deterrente verso le forme di criminalità minori che, però, destano molto allarme tra i cittadini", ha preannunciato l'apertura di nuove Stazioni Carabinieri nella provincia di Torino. In ordine al rischio terrorismo, il generale ha aggiunto che "il rischio terrorismo è comune a tutto il territorio nazionale e a tutti i paesi occidentali. Ci stiamo preparando intensificando l'attività di intelligence. I nostri reparti sono predisposti attraverso una attività di controllo che ha portato, nel mese di maggio, all'arresto di quatto sospetti nelle province di Vercelli, Novara, Varese e Como… per quanto riguarda le Olimpiadi .. la gestione della sicurezza e dell'informazione è di competenza della Prefettura su direttiva del Ministero dell' Interno… L'Arma, da parte sua, ha rafforzato il suo dispositivo implementando i comandi di uomini e risorse. Il quadro generale, a mio parere, è comunque positivo. Sarà un bel evento".Il generale Gottardo riceve una targa ricordo

L'alto ufficiale ha poi incontrato il Prefetto di Torino, Dott. Sottile, il presidente della Corte d'Appello, Dott. Novità, il Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d'Appello, Dott. Caselli, ed il Sindaco di Torino, Dr. Chiamparino: quest'ultimo presso Palazzo Civico, ove il Consiglio Comunale si è riunito in seduta straordinaria facendo dono al generale di una targa ricordo.

Infine nel pomeriggio, il Comandante Generale si è recato in Val di Susa, teatro dei prossimi Giochi Olimpici, dove ha visitato la Compagnia Carabinieri di Susa e la Stazione Carabinieri di Sestriere.