Menu
Mostra menu
  • >
  • Servizi per il Cittadino
    >
  • Informazioni
    >

Eventi

I Carabinieri festeggiano la "Virgo Fidelis", loro Patrona, e commemorano l’Anniversario della "Battaglia di Culqualber" e la "Giornata dell'Orfano"
Territorio Nazionale ,  21/11/2017
Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano". Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano". Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano". Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano". Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano". Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano". Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano". Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano". Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano". Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano". Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano". Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano". Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano". Celebrazione della "Virgo Fidelis", del "76° Anniversario della Battaglia di Culqualber" e della "Giornata dell'Orfano".

Nella mattinata, presso la Legione Allievi Carabinieri di Roma, si è svolta la Santa Messa in onore della "Virgo Fidelis", Patrona dell'Arma, celebrata da Mons. Vincenzo Pizzimenti, Capo del Servizio di Assistenza spirituale del Comando Generale, alla presenza del Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette, dei Vertici dell'Istituzione, di rappresentanti dell'Associazione Nazionale Carabinieri, dell'Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell'Arma dei Carabinieri (ONAOMAC), degli organismi della Rappresentanza Militare, nonché di numerosi carabinieri accompagnati dalle famiglie, in servizio presso i Reparti della Capitale.

Il rito religioso è stato preceduto dalla commemorazione dell'anniversario della "Battaglia di Culqualber" con la deposizione di una corona di alloro presso il "Sacrario" del Museo Storico dell'Arma, da parte del Comandante Generale Del Sette. Con la "Virgo Fidelis" l'Arma celebra anche la "Giornata dell'Orfano", istituita nel 1996, che rappresenta per la Benemerita e per l'ONAOMAC un sentito momento di vicinanza alle famiglie dei colleghi scomparsi..
La celebrazione della "Virgo Fidelis" risale al 1949, quando Sua Santità Pio XII proclamò ufficialmente Maria "Virgo Fidelis Patrona dei Carabinieri", fissandone la ricorrenza al 21 novembre, data in cui la Cristianità celebra la festa liturgica della Presentazione di Maria Vergine al Tempio e anniversario della "Battaglia di Culqualber".
Il 21 novembre del 1941, infatti, ebbe luogo una delle più cruente battaglie in terra d'Africa, nella quale un intero Battaglione di Carabinieri si sacrificò nella strenua difesa, protrattasi per tre mesi, del caposaldo di Culqualber. Alla Bandiera dell'Arma dei Carabinieri fu conferita, per quel fatto d'arme, la seconda Medaglia d'Oro al Valor Militare, dopo quella ottenuta in occasione della partecipazione alla Prima Guerra Mondiale.
Le celebrazioni sono proseguite nel pomeriggio nella località piemontese di Incisa Scapaccino, che porta il nome del primo Eroe dell’Arma, ove ha sede il primo Santuario dedicato alla “Virgo”. La Santa Messa è stata concelebrata da S.E. Rev.ma Card. Gualtiero Bassetti, Presidente CEI e dall’Arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia S.E. Santo Marcianò. Alla cerimonia hanno partecipato l’On. Giampiero Bocci, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno e il Prof. Marcello Rota, pronipote dell’eroe Giovanni Battista Scapaccino. Al termine, per l’occasione, il Comandante Generale Del Sette ha premiato alcuni orfani assistiti dall’O.N.A.O.M.A.C. che si sono distinti negli studi.

Originariamente questo borgo dell’astigiano si chiamava Incisa Belbo, dal nome del torrente che lo attraversa. Dal 1928, però, è divenuto Incisa Scapaccino, in onore del Carabiniere prima Medaglia d’oro al Valor militare del Corpo. Giovanni Battista Scapaccino, nato a Incisa nel 1802, la notte sul 3 febbraio 1834 fu circondato da cento rivoltosi armati, che gli ingiunsero di gridare: “Viva la repubblica”. Si rifiutò e spronò il cavallo. Due fucilate lo uccisero.

La ricorrenza della Virgo Fidelis, festeggiata in tutta Italia, è stata celebrata anche nei teatri operativi esteri in cui l'Arma è presente.