Menu
Mostra menu

Eventi

Consegna degli alamari al 12° corso Allievi Marescialli e celebrazione del ventennale del 40° corso Allievi Sottufficiali (1987-1989).
Velletri ,  17/05/2008
Il 17 maggio 2008, nella caserma "Salvo D'Acquisto", sede del 1° Reggimento Allievi Marescialli e Brigadieri, alla presenza della Bandiera della Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri di Firenze e del Comandante delle Scuole dell'Arma, Generale di Corpo d'Armata Corrado Borruso, ha avuto luogo la cerimonia di conferimento degli alamari agli allievi del 12° Corso intitolato al "Maresciallo Ordinario Sebastiano D'IMME'", decorato di Medaglia d'Oro al Valor Militare.
Il palco delle Autorità intervenute

La cerimonia ha avuto inizio con lo schieramento dei Reparti e della Banda dell'Arma, presenti numerose Autorità politiche, religiose e militari tra cui il Vice Comandante Generale dell'Arma, Generale di Corpo d'Armata Giorgio Piccirillo, il Prefetto di Roma, Dott. Carlo Mosca, il Comandante della Scuola Marescialli e Brigadieri, Generale di Divisione Antonio Rizzo, il Colonnello Mauro Cipolletta, Comandante del Reggimento, i Vertici dell'Istituzione in servizio ed in congedo, il Gonfalone del Comune di Velletri, i rappresentanti del Co.Ce.R. ed i familiari degli Allievi intervenuti da tutta Italia.
Consegna degli alamari da parte di un MarescialloDopo lo schieramento di sei compagnie di formazione in armi, agli ordini del Comandante di Battaglione, Ten. Colonnello Nicola Losacco, la cerimonia è proseguita con la resa degli onori alla Bandiera della Scuola e con la rassegna dei reparti da parte delle massime Autorità, scandita dalle note della Banda dell'Arma.
A simboleggiare la continuità dei corsi che da 39 anni vengono svolti presso la Scuola di Velletri, contestualmente all'apposizione degli alamari è stato celebrato il ventennale del 40° corso A. S . 1987 - 1989, intitolato al Brigadiere M.O.V.M. Salvo D'Acquisto. Il più elevato in grado del corso ha rivolto a nome dei numerosi radunisti presenti un saluto ai giovani allievi ed un ricordo commosso della Medaglia d'Oro, compagno di corso, Maresciallo D'Immè.
Come consuetudine, sono stati gli stessi familiari degli allievi ad apporre sul bavero gli alamari d'argento, gesto questo altamente simbolico che sta a sottolineare l'orgoglio e la soddisfazione per la scelta fatta dal congiunto e la viva considerazione delle famiglie stesse degli allievi verso l'Arma.
Aviolancio di paracadutisti del 1° Reggimento Carabinieri TuscaniaDopo il saluto del Comandante della Scuola di Firenze e del Comandante delle Scuole dell'Arma è seguita la deposizione di una corona al monumento ai caduti. Al termine, cinque carabinieri paracadutisti della squadra agonistica del Reggimento "Tuscania", lanciatisi in caduta libera da un elicottero AB 412 del Raggruppamento Aeromobili Pratica di Mare, da una quota di 1200 metri, sono atterrati davanti agli ospiti entusiasti.
La cerimonia, dopo l'"ammassamento" dei reparti, durante il quale gli allievi hanno dato prova del livello di addestramento formale raggiunto, si è conclusa con la resa degli onori finali.
L'iter formativo degli Allievi Marescialli del corso biennale si sviluppa su due anni, a Velletri e a Firenze, al termine del quale conseguono la Laurea di primo livello in "Operatori della sicurezza sociale", istituita presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Firenze.