Menu
Mostra menu

Eventi

Carabinieri e “Libera” ancora insieme contro le mafie: rinnovata la collaborazione per la cultura della legalità e il contrasto alle associazioni mafiose.
Roma ,  07/12/2018
Firma convenzione Libera

Questo pomeriggio a Roma, presso il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, il Capo di Stato Maggiore Generale di Divisione Teo Luzi e il Presidente dell’Associazione “Libera” Don Luigi Ciotti hanno firmato un protocollo d’intesa finalizzato a rinnovare i proficui rapporti di collaborazione finalizzati alla promozione della legalità e al contrasto delle associazioni di tipo mafioso. L’atto rinnova integralmente il Protocollo d’Intesa sottoscritto il 14 dicembre 2016 e giunto alla prevista scadenza biennale, che si basa sull'antimafia “del fare” e su quella “del sapere”.

La prima prevede la cooperazione tra l’Arma e “Libera” su diversi punti, primi fra tutti la vicinanza alle vittime di reato e la sicurezza dei beni confiscati. Antimafia “del fare” significa anche contrasto diretto alla criminalità organizzata, in particolare nei settori ambientale e sanitario, due comparti che si caratterizzano per i rilevanti interessi economici in gioco, suscitando gli appetiti delle mafie.

L’Arma, con le proprie articolazioni territoriali e i Reparti Speciali, in special modo il Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari e il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, è in grado di intervenire in quei settori in modo tempestivo per verificare e approfondire le criticità che verranno segnalate dalla rete di “Libera” sul territorio.

Antimafia “del sapere” significa approfondire insieme le tematiche della lotta alle mafie e puntare all'aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati, nella consapevolezza che una conoscenza approfondita di tali fenomeni costituisce la base per un’efficace azione di contrasto.

L’Arma continuerà a coinvolgere nel progetto gli Istituti di Formazione, l’Istituto Superiore di Tecniche Investigative (I.S.T.I.) e i rappresentanti delle diverse Organizzazioni che si occupano dei temi, mentre “Libera” continuerà a rendere disponibili i propri operatori per scambi di esperienze e conoscenze.

Rinnovata anche la partnership con il Centro Sportivo dell’Arma, che parteciperà con gli atleti di punta alle iniziative organizzate da “Libera” per promuovere fra gli studenti i valori della solidarietà e dell’impegno.

Infine l’Arma e “Libera” continueranno a collaborare per le iniziative e gli eventi volti a mantenere vivo il ricordo di coloro che si sono sacrificati nella lotta alle mafie e, in particolare, per la celebrazione della “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” organizzata da “Libera” ogni 21 marzo.