Menu
Mostra menu

Eventi

"Natale Sicuro": i NAC a tutela dei consumatori
Territorio nazionale ,  21/12/2012
Arma dei Carabinieri - Home - Il Cittadino - Informazioni - Eventi - 2012 - Dicembre

 Anche quest'anno, in occasione delle festività di fine anno, i Nuclei Antifrodi Carabinieri hanno intensificato le attività di vigilanza sulle imprese di produzione agroalimentare, sui mercati generali e rionali delle principali città e nei centri commerciali della grande distribuzione organizzata. In particolare i controlli hanno riguardato le produzioni dei marchi di qualità, DOP, IGP, STG e "Biologico" e l'osservanza della normativa sulla etichettatura e sulla tracciabilità.

Nel corso dei controlli i carabinieri del NAC di Parma hanno sequestrato, nelle province di Reggio Emilia, Varese e Parma, prodotti vitivinicoli, oleari, gastronomici e ortofrutticoli per un valore di oltre 560.000 euro e contestato sanzioni amministrative per oltre 20 mila euro per falsa indicazione dei marchi DOP e IGP. In un'azienda alimentare della provincia di Reggio Emilia sono state sequestrate 60 mila confezioni monodose ed oltre 1.700 litri di olio extra vergine di oliva nonché circa 4.800 litri di aceto balsamico di Modena IGP, anche questi in 61.088 confezioni monodose destinate alle insalate preconfezionate, per violazioni alla normativa sulla rintracciabilità. Il prodotto sequestrato è ora avviato alle analisi di laboratorio perché sul circuito commerciale di vendita, che ha interessato il nord Italia, non è stato possibile individuare alcuna precisa indicazione sulla genuinità e reale provenienza del prodotto. In provincia di Varese, presso una società di confezionamento di prodotti alimentari, sono stati bloccati oltre 2.400 kg tra olio extravergine di oliva, aceto bianco e balsamico di Modena IGP e per violazioni delle norme sulla rintracciabilità mentre in alcuni supermercati nel centro e nel nord Italia e presso un'azienda alimentare in provincia di Parma, sono state sequestrate oltre 90.000 kg tra pizze surgelate, paste alimentari e pomodori secchi, evocanti falsamente in etichetta le DOP "Parmiggiano Reggiano", "Mozzarella di Bufala Campana" "Gorgonzola" e "Pecorino Sardo".

Il Nucleo Antifrodi Carabinieri di Roma, invece, ha svolto controlli in provincia di Latina presso gli agriturismi verificando anche 115 mila euro di finanziamenti comunitari destinati alle strutture ricettive. Il NAC di Salerno ha riscontrato irregolarità sull'etichettatura e sulla rintracciabilità di vari prodotti agroalimentari sequestrando prodotti conservieri e prosciutti per un valore di oltre 17 mila euro e contestando sanzioni amministrative per 1.500 euro. Inoltre sono stati sequestrati presso il porto di Napoli oltre 44 mila confezioni di pomodori destinati in Canada con falsa data di scadenza, alterata per "allungarne" il possibile periodo di commercializzazione, mentre presso una società di distribuzione alimentare, in provincia di Caserta, sono stati sequestrati 70 kg di prosciutti venduti irregolarmente come "Prosciutto di Parma", ma privi di indicazioni sulla rintracciabilità.
Infine, nell'ambito dell'operazione OPSON pianificata da Interpol, i Nuclei Antifrodi Carabinieri hanno segnalato 23 tipologie di prodotti contraffatti e falsamente indicanti marchi di qualità, individuati in Romania, Olanda, USA, Danimarca, Belgio, Germania, Inghilterra, Svezia ed Egitto.

F.M.