Centro Sportivo

Federica Brignone

Il Centro Sportivo Carabinieri è stato fondato a Roma nel 1964 e da allora sono stati moltissimi gli atleti che con i loro successi in campo nazionale ed internazionale, hanno portato lustro e prestigio all’Istituzione e più in generale allo sport italiano.

L’organizzazione sportiva dell’Arma ha subito diverse modifiche nel corso degli anni; dal 26 ottobre 2009, il Comando Generale per assicurare la gestione unitaria del settore sportivo e per meglio coordinare le attività espletate dalle Sezioni Sportive, ha costituito il Centro Sportivo Carabinieri, con sede in Roma, alle dirette dipendenze del Comando delle Scuole dell’Arma e comandato da un Ufficiale Superiore.  Attualmente il Comandante del Centro Sportivo Carabinieri è il Colonnello Gianni Massimo Cuneo che ne è anche il Presidente. Ogni Sezione Sportiva è affiliata alla Federazione Nazionale d’appartenenza come società sportiva.

Stefano Brecciaroli

Il reclutamento degli atleti avviene tramite pubblico concorso per titoli con la valutazione dei risultati sportivi conseguiti dal candidato. 

Il Centro Sportivo Carabinieri ha il compito di coordinare, dirigere e sostenere tutte le attività svolte nel settore con il fine di promuovere l’immagine dell’Arma attraverso i risultati dei carabinieri-atleti, che sono tutti atleti di elevato profilo qualitativo e nella maggior parte dei casi membri delle rappresentative nazionali e olimpiche delle varie discipline. Al termine della carriera agonistica gli stessi, previa valutazione delle sedi di gradimento prescelte, sono destinati ad un  reparto di una delle organizzazioni  dell’Arma. Insieme agli altri Corpi dello Stato, il Centro Sportivo Carabinieri con i suoi atleti, formati e valorizzati all’interno della propria organizzazione, assolve inoltre la delicata funzione di far proseguire l’attività agonistica ad elementi di rilievo nazionale ed internazionale fornendo loro indispensabile e sicuro sostegno logistico, economico ed organizzativo che altrimenti difficilmente potrebbero trovare presso le società civili o le Federazioni Sportive Nazionali.

Inoltre con i suoi numerosi impianti ed attrezzature ginnico-sportive il reparto contribuisce fattivamente ad incrementare e sostenere lo sport su base nazionale; il contributo del Centro Sportivo Carabinieri allo sport nazionale è enorme e a livello organizzativo e funzionale si traduce con un’importante convenzione tra il Ministero della Difesa ed il CONI che regola i rapporti con le Federazioni Sportive ed il CONI stesso; l’accordo prevede che i corpi dello Stato, compreso il Centro Sportivo Carabinieri, mettano a disposizione delle Federazioni i propri atleti e tecnici per le composizioni delle squadre nazionali.

L’apporto più evidente è quello che l’Arma può vantare per aver contribuito in misura determinante ai successi sportivi dell'Italia in campo internazionale nelle più prestigiose manifestazioni mondiali ed olimpiche; ciò è dimostrato in maniere inequivocabile da un medagliere che solo alle Olimpiadi conta ben 100 medaglie.



LA STRUTTURA SPORTIVA DELL'ARMA
Arianna Errigo

La struttura del comparto sportivo dell'Arma si articola su dodici Sezioni dislocate territorialmente sul suolo nazionale con un forte raggruppamento su Roma dove ne operano sei e 12 sezioni dislocate in diverse città d'Italia, ognuna delle quali cura una o più discipline.

Delle sezioni dislocate nella Capitale quattro sono raggruppate presso la caserma “Salvo D'Acquisto” di Tor di Quinto (Equitazione; Pentathlon Moderno, Triathlon e Ciclismo; Tiro a Segno e Tiro a Volo; Nuoto), mentre la Sezione di Scherma e quella Arti Marziali sono collocate presso il Comando Interregionale “Podgora” di Trastevere. La Sezione Atletica ha sede a Bologna e vanta un suo Distaccamento temporaneo a Rieti.  La Sezione Canoa Fluviale si trova a Carpanè (VI) mentre la Sezione Pugilato a Castel Volturno (CE); la Sezione Canottaggio e Canoa Olimpica è ubicata a Sabaudia (LT) mentre la Sezione Paracadutismo Sportivo è collocata presso il 1° Reggimento Carabinieri Paracadutisti “Tuscania” di Livorno.                                                                    
La Sezione Sport Invernali ha situata a Selva di Val Gardena (BZ) presso il Centro Addestramento Alpino e detiene un proprio distaccamento ad Auronzo di Cadore (BL).  Le sezioni sono tutte inquadrate organicamente nel Centro Sportivo Carabinieri e dipendono dal punto di vista disciplinare dal Comandante del Centro Sportivo; la Sezione Paracadutismo Sportivo invece dipende disciplinarmente dal Comandante del Reparto Addestrativo. A livello amministrativo le Sezioni di Roma dipendono dalla Legione Allievi Carabinieri di Roma mentre le altre Sezioni dal Comando Legione che li ospita tranne la Sezione Canottaggio e Canoa Olimpica la Sezione Paracadutismo Sportivo che dipendono rispettivamente dalla Scuola Forestale Carabinieri di Sabaudia e dalla 2^ Brigata Mobile Carabinieri di Livorno.

Ufficio Comando con sede a Roma
- Sezione Comando e Servizi
- Sezione Preparatori  

Sezioni di Roma: Scherma; Equitazione; Arti Marziali; Pentathlon Moderno, Triathlon e Ciclismo; Tiro a segno e Tiro a Volo; Nuoto; Atletica

Sezioni di Rieti e Bologna: Distaccamenti temporanei SezioneAtletica

Sezione di Sabaudia (LT): Canottaggio e Canoa Olimpica

Sezione di Livorno: Paracadutismo Sportivo

Sezione di Castelvolturno (CE): Pugilato

Sezione di Carpanè (VI): Canoa Fluviale

Sezione di Selva di Val Gardena (BZ): Sport Invernali

Sezione di  Auronza di Cadore (BL): Distaccamento Sezione Sport Invernali



SEZIONE PARACADUTISMO SPORTIVO

Atleta di Paracadutismo SportivoNel 1° Reggimento CC Paracadutisti "Tuscania" e' inquadrata anche la Sezione di Paracadutismo Sportivo la cui attività agonistica è coordinata dal Centro Sportivo Carabinieri.
Istituita nel 1976 allo scopo di promuovere l'attività agonistica nel settore del paracadutismo, e' composta da atleti elevatissimo valore che si sono posti in
evidenza a livello mondiale per i brillanti risultati conseguiti sia in campo militare che civile.
In particolare, la squadra:

  • é stata campione mondiale negli anni 1990, 1994, 1998, 1999, conquistando, nelle relative gare, 7 medaglie d'oro, 8 d'argento e 12 di bronzo;
  • nel corso dei campionati mondiali militari ha conquistato 6 medaglie d'oro, 5 d'argento e 9 di bronzo;
  • nei campionati europei ha vinto 3 medaglie d'oro;
  • ha conseguito 11 titoli nei campionati italiani.

LA STORIA

Raimondo D'InzeoSe già prima della costituzione del Centro Sportivo Carabinieri, grandissimi campioni del calibro di Giuseppe Tosi, argento nel lancio del disco ai Giochi di Londra 1948, e Raimondo D'Inzeo, leggenda internazionale dell'equitazione, pluricamapione mondiale e campione olimpico con 8 partecipazioni ai Giochi e 6 medaglie, gareggiavano con i colori dell'Arma, dal 1964 fino ai nostri giorni, sono moltissimi gli atleti che hanno gloriosamente vestito i colori del Centro Sportivo Carabinieri aumentandone progressivamente il prestigio e l'onore nel panorama sportivo nazionale ed internazionale. Come non menzionare fuoriclasse del passato più o meno recente  del calibro di Michele Maffei, Angelo Mazzoni, Mauro Numa, Luigi Tarantino, Alessandro Puccini o Salvatore Sanzo nella scherma, il pugile Patrizio Oliva, Marcello Guarducci nel nuoto, il tiratore Roberto Ferraris, il marciatori Vittorio Visini e Giovanni De Benedictis, il judoka Ezio Gamba, il pentatleta Gianluca Tiberti, il taekwondoka Carlo Molfetta, storica medaglia d'oro a Londra 2012 o le stelle degli sport invernali Alberto Tomba, Silvio Fauner, Paul Hildgardner, Walther Plank, Giorgio Di Centa, Pietro Piller Cottrer, il biatleta Andreas Zingerle,  il bobbista Antonio Tartaglia e i fratelli della “dinastia Huber” (Norbert, Wilfried, Guenther e Arnold), fino alla leggenda vivente dello slittino, lo straordinario  Armin Zoeggeler, unico atleta nella storia delle olimpiadi ad aver vinto 6 medaglie olimpiche individuali in altrettante edizioni dei Giochi.

 

Alberto TombaArrivando poi agli anni più recenti i nomi altisonanti del Centro Sportivo Carabinieri sono quelli di Arianna Errigo e di Andrea Cassarà nel fioretto, quello di Petra Zublasing o di Massimo Fabbrizi e Daniele Resca nel tiro; a loro si aggiungono Riccardo De Luca ed Elena Micheli nel pentathlon moderno, Valentina Truppa,  Stefano Brecciaroli negli sport equestri, judoka Matteo Marconcini o Rosalba Forciniti, bronzo alle olimpiadi di Londra 2012 nella 52 kg; sempre nella arti marziali, il taekwondoka Vito Dell'Aquila, bronzo iridato nel  2017, la lottatrice Emanuela Liuzzi o la boxer Giordana Sorrentino, per poi menzionare la triatleta Angelica Olmo, una delle più forti esponenti italiane in campo femminile e i campioni degli sport invernali, Dominik Fischnaller nello slittino o il biatleta Lukas Hofer, due volte sul podio ai Giochi. Nello sci l'atleta del momento è Federica Brignone, bronzo olimpico nel gigante nel 2018 e prima italiana della storia a vincere la Coppa del Mondo Generale; in campo maschile i più forti esponenti sono gli uomini jet Dominik Paris, asso mondiale della discesa  libera e prima di lui Peter Fill, che si è aggiudicato la Coppa del Mondo di specialità nel 2016 e nel 2017 e ha chiuso la carriera a febbraio 2020. 

 

Armin ZoeggelerA loro si aggiunge un folto gruppo di atleti che dal 1° gennaio del 2017, con il tramite dell'ex Corpo Forestale dello Stato nell'Arma, hanno rinforzato il comparto sportivo dei Carabinieri con nuove forze e nuove risorse rendendo l'intero Ente una vera superpotenza sportiva su scala nazionale. Tanti campioni e anche nuove discipline sportive che sono entrate a far parte per la prima volta nel Centro Sportivo Carabinieri o vi sono rientrate dopo che nel corso degli anni erano state momentaneamente dismesse. Tra queste la canoa fluviale, la lotta, il ciclismo (mountain bike e ciclocross), il  pattinaggio su ghiaccio e di velocità, l'arrampicata sportiva, lo ski cross mentre le discipline sportive riattivate sono il canottaggio, il pugilato, e il karate. Tra i campioni ex forestale che sono transitati nel comparto sportivo dell'Arma troviamo la spadista Rossella Fiamingo (due ori iridati e un argento olimpico), le tiratrici Chiara Cainero (oro a Pechino 2008 e bronzo a Rio 2016) e Alessia Iezzi, il cavaliere Emanuele Gaudiano, i nuotatori Luca Dotto e Silvia Di Pietro, la saltatrice in alto Elena Vallortigara, il già menzionato Dominik Paris, la biatleta Lisa Vittozzi, il karateka Luigi Busà, i canoisti Roberto Colazingari e Giovanni De Gennaro, i canottieri Stefano Oppo, Aisha Rocek e Marcello Miani fino ad arrivare a Yuri Confortola o Nicola Rodigari, specialisti dello short track.

Di recente le porte dell'Arma dei Carabinieri si sono aperte anche allo sport paralimpico accogliendo con estremo entusiasmo atleti diversamente abili che gareggiano con il gruppo paralimpico dello Stato Maggiore della Difesa, partecipando nelle maggiori competizioni nazionali ed internazionali come è già stato, per esempio, per gli Invictus Games del 2016 ad Orlando, in Florida, e per le Paralimpiadi di Tokyo 2021.

 




 



LE SEZIONI GIOVANILI

A partire dalla stagione agonistica 2015/2016, il Comando del Centro Sportivo Carabinieri ha disposto la riapertura delle Sezioni Giovanili in seno al comparto sportivo dell’Arma.

L’attività delle singole discipline si svolge presso gli impianti sportivi dell’Arma, in uso al Centro Sportivo Carabinieri già utilizzati in via prioritaria dagli atleti professionisti arruolati.
L’utilizzazione dei suddetti impianti è regolata dal Comando Centro Sportivo Carabinieri che:
- organizza, pianifica e cura i corsi dell’attività giovanile
- disciplina l’attività degli impianti stessi
- garantisce la presenza di istruttori qualificati provenienti dalle Sezioni Sportive delle diverse discipline in seno al Centro Sportivo Carabinieri 

Finalità
Lo scopo dell’iniziativa è quella di promuovere ed utilizzare l’attività sportiva come mezzo di elevazione sociale e promozione di uno stile di vita sano e migliore. 
Tramite le Sezioni Giovanili, l’Arma vuole anche portare avanti un progetto di crescita finalizzato, attraverso la creazione di validi vivai, ad individuare nei giovani atleti i potenziali campioni di domani che potranno proseguire la tradizione vincente degli atleti del Centro Sportivo Carabinieri partecipando alle maggiori competizioni nazionali ed internazionali come Campionati Italiani, Europei, Mondiali, World Cup, Universiadi, Giochi del Mediterraneo e Olimpiadi.  

A chi sono rivolte e criteri di ammissione
Le Sezioni Giovanili sono rivolte ai giovani sia figli dei militari sia civili di età compresa tra i 10 e 18 anni; per essere ammessi quali atleti nelle Sezioni Giovanili dell’Arma dei Carabinieri è necessario che, per mezzo di un genitore, qualora minorenni, gli interessati:

-  sottoscrivano la domanda d’iscrizione
-  sottoscrivano per accettazione il Codice Morale 
- producano la certificazione medica attestante l’idoneità agonistica alla specifica pratica   sportiva

Gli aspiranti atleti che adempiranno i suddetti obblighi e che saranno ritenuti d’interesse potranno essere tesserati presso le federazioni sportive di riferimento tramite il Centro Sportivo Carabinieri.
Per le discipline sportive per le quali gli statuti delle rispettive Federazioni Nazionali non consentano il tesseramento dei giovani presso le società sportive militari se non arruolati, si darà corso a collaborazioni ed accordi quadro con Associazioni Sportive Dilettantistiche rispondenti a precisi criteri prestabiliti.
In virtù di questo rapporto di collaborazione i giovani atleti interessati potranno usufruire delle strutture e dei tecnici del Centro Sportivo Carabinieri rimanendo nel proprio ambiente familiare, sociale e scolastico al fine di creare positive sinergie per lo sviluppo dello sport italiano favorendo inoltre, attraverso di esso, il sentimento di legalità.
 
Struttura dei corsi e localizzazione
I corsi attivati presso le singole Sezioni Sportive del Centro Sportivo Carabinieri dislocate sul territorio nazionale utilizzano gli impianti sportivi delle stesse ed i tecnici già in servizio presso le diverse Sezioni.
I corsi attualmente operativi riguardano le discipline sottoelencate e si svolgono negli orari indicati di seguito:

- Atletica Leggera    
  Sede: Sezione Atletica c/o 5° RGT “Emilia Romagna”, Via delle Armi 2, Bologna
  Orari: Martedì e Giovedì dalle 14.00 alle 16.00 nel periodo invernale e dalle 15.30 alle   17.00 nel periodo primaverile ed estivo

- Judo
  Sede: Sezione Judo 
             c/o Caserma Podgora, Largo Cristina di Svezia, Roma
  Orari: Lunedì e Giovedì dalle 17.00 alle 18.30

- Taekwondo 
  Sede: Sezione Taekwondo 
             c/o Caserma Podgora, Largo Cristina di Svezia, Roma          
  Orari: Martedì e Venerdì dalle 17.00 alle 18.00

- Karate   
  Sede: Sezione Taekwondo 
             c/o Caserma Podgora, Largo Cristina di Svezia, Roma
  Orari: Lunedì e Mercoledì dalle 17.00 alle 18.00

- Nuoto/Tuffi    
  Sede: Sezione Nuoto/Tuffi 
             c/o Centro Federale F.I.N. - Via Trieste 21, Bolzano
  Orari: Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 15.00 alle 18.30

- Sport Invernali   (Sci Alpino, Sci Nordico, Slittino, Biathlon e Snowboard)
  Sede: Sezione Sport Invernali 
             c/o Centro di Addestramento Alpino, Via Val 12, Selva di Val Gardena (BZ)
  Orari: contattare direttamente la Sezione

CONTATTI
Sezione Atletica
 
Tel. 051 2005450
Email: ccatletica@carabinieri.it

Sezione Judo
Tel. 06 80984364
Email: ccjudo@carabinieri.it

Sezione Taekwondo
Tel. 06 80985489
Email: cctaekwondo@carabinieri.it

Sezione Karate
Tel. 06 80985489
Email: cctaekwondo@carabinieri.it

Sezione Sport Invernali
Tel. 0471 772914/11
Emal: ccsportinvernali@carabinieri.it

Sezione Nuoto / Tuffi
Tel. 081 5488966
Email: ccnuoto@carabinieri.it