Menu
Mostra menu

La Comunicazione

Versione

Una immagine dal libro Arma dei CarabinieriLo sforzo dell'Arma per essere vicina alla gente, facendo sentire la propria rassicurante presenza, non si esaurisce sul territorio. I Carabinieri cercano infatti di cogliere ogni occasione per accorciare le distanze con i cittadini, entrare nelle loro case o nei luoghi di lavoro, nei loro momenti di svago, e tutto per fornire consigli, informazioni, indicazioni, notizie: in una parola, per aiutare. Stiamo parlando della comunicazione. Una funzione fondamentale nella società di oggi, che l'Arma esercita facendo ricorso a strumenti tradizionali e nuovi, sfruttando al meglio le grandi potenzialità offerte da una piattaforma tecnologica in continua evoluzione che grazie a televisione, radio, internet e telefonia mobile consente di raggiungere un'utenza sempre più vasta.

“Comunicare sicurezza” è un obiettivo ambizioso che passa però necessariamente per i fatti, per la concreta mole di lavoro che i Carabinieri ogni giorno svolgono sul territorio e i cui risultati riempiono le cronache degli organi d'informazione.

Oltre a ciò, l'Arma cerca di stare a fianco del cittadino anche attraverso un collaudato sistema di comunicazione integrata, alla costante ricerca di soluzioni sempre migliori e tecnologicamente avanzate da offrire alla collettività. Un esempio è il sito www.carabinieri.it. Come nelle più remote contrade con le Stazioni, così nello sconfinato territorio virtuale della Rete l'Arma è presente con un proprio presidio, uno straordinario strumento di servizio e comunicazione, dove l'utente può disporre di un gran numero di informazioni, funzionalità (quali "Denuncia vi@ Web" e "Concorsi On-Line") e consigli in grado di rispondere efficacemente al suo bisogno di sicurezza o anche semplicemente di soddisfare le sue curiosità sull'Istituzione. Un “Comando Stazione Carabinieri Web” che guarda con attenzione anche al pubblico più giovane, avvicinandolo alla legalità con nuove forme di comunicazione come, ad esempio, i cartoni animati, dove il “Maresciallo Saetta” veste i panni dell'eroe positivo salvando un bimbo da pericoli (bullismo, pedofilia, vandalismo) sempre in agguato. I 19.000 contatti giornalmente registrati danno la misura dell'interesse suscitato dal sito.

Altra straordinaria "interfaccia" fra il cittadino e l'Istituzione è l'Ufficio Relazioni con il Pubblico, come testimonia la gestione delle numerosissime e-mail che giornalmente pervengono all'indirizzo carabinieri@carabinieri.it e telefonate al "Contact Center" dell'Arma (0680982935), che fornisce risposte tempestive ed efficaci alle esigenze prospettate.

Anche attori di successo contribuiscono a rendere familiare la figura del Carabiniere, prestando i loro volti a personaggi in uniforme di film e fiction molto amate.

Il comparto editoriale pubblica prodotti molto apprezzati tanto in ambito istituzionale quanto presso il grande pubblico. "La Rassegna dell'Arma", organo di pubblicistica militare, è riconosciuto punto di riferimento per l'aggiornamento tecnico, scientifico e dottrinale in campo professionale, mentre il mensile "Il Carabiniere" propone argomenti di attualità, costume e vita nell'Arma a un pubblico sempre più vasto, vantando fra i collaboratori firme prestigiose del mondo della cultura e del giornalismo.

L'edizione annuale del "Calendario Storico" fa registrare una tiratura sempre maggiore (1.350.000 copie l’edizione 2011), confermandosi oggetto di culto non solo per i collezionisti, a testimonianza dell'affetto e della stima di cui gode l'Arma, l'Istituzione più amata dagli italiani secondo un sondaggio annuale promosso dall'Istituto Eurispes.