Menu
Mostra menu

L'Arma e lo Sport

incontro di scherma
La storia dei Carabinieri nello Sport è una storia importante, con molti atleti entrati nel cuore dei cittadini e negli annali dello Sport, che con le loro imprese straordinarie hanno dato lustro all'Arma ed allo Sport nazionale nel mondo. A testimonianza di ciò basti guardare l'imponente Medagliere sportivo dei Campioni dell'Arma al termine del 2008: 82 medaglie olimpiche (28 d'oro, 23 d'argento e 31 di bronzo), per non parlare poi della messe di allori conseguiti nei campionati mondiali ed europei, nei mondiali militari, nelle universiadi, nelle competizioni italiane.
Per i tanti successi conseguiti, un merito particolare va riconosciuto al Centro Sportivo Carabinieri, che trae origine dalle “Sezioni ginniche” dei vari Comandi dell'Arma degli anni '20 del secolo scorso e che oggi conta 10 sezioni sportive, tutte affiliate alle relative Federazioni: Atletica Leggera, Judo, Karate e Taekwondo, Nuoto e Tuffi, Paracadutismo Sportivo, Pentathlon Moderno e Triathlon, Scherma, Sport Equestri, Sport Invernali e Tiro.  
Nel 2008, gli atleti carabinieri si sono fatti onore in Patria ed all'estero, a partire dai Giochi Olimpici di Pechino, ove 7 dei 25 Carabinieri che facevano parte della squadra italiana sono saliti otto volte sul podio, arricchendo il medagliere azzurro di ben 6 medaglie (1 oro, 2 bronzi individuali e 3 bronzi a squadre). I protagonisti di questi prestigiosi successi sono stati: il Car. Sc. Alex Schwazer, trionfatore nella marcia specialità 50 Km, una delle competizioni più simboliche dei Giochi; l'App. Sc. Salvatore Sanzo e il Car. Margherita Granbassi, vincitori del bronzo individuale nel fioretto maschile e femminile; l'App. Sc. Luigi Tarantino e l'App. Giampiero Pastore, colonne portanti della nazionale maschile di sciabola e medaglia di bronzo a squadre; gli App. Alfredo Rota e Diego Confalonieri, bronzo nella gara di spada a squadre; e ancora la Granbassi,  salita sul terzo gradino del podio con la squadra di fioretto femminile.
Oltre alle Olimpiadi, sono stati numerosi gli impegni agonistici di livello internazionale a cui haAlex Schwazernno preso parte gli atleti dell'Arma durante la stagione 2008.
A marzo, nelle località austriache di Hochfilzen e Fieberbrunn, che hanno ospitato i Campionati Mondiali CISM di Sci, l'Arma ha conquistato la medaglia d'argento individuale nello slalom gigante con l’App. Michael Gufler che, unitamente al Car. Sc. Peter Fill, ha inoltre concorso alla conquista della medaglia d'argento a squadre nella stessa specialità. Nel biathlon, invece, il Car. Sc. Christian Martinelli ha ottenuto la medaglia di bronzo a squadre nella 10 Km.
A maggio, a Seoul in Korea, ai Campionati Mondiali CISM di Taekwondo, il Car. Carlo Molfetta si è imposto al secondo posto nella categoria 84 Kg, come pure i Car. Pierpaolo Petroni, Riccardo De Luca e Federico Simonetti nel pentathlon moderno ai Campionati Mondiali CISM di Riga in Lettonia.
Il Car. Sc. Denis Curzi, invece, ad ottobre è giunto terzo nella maratona ai Campionati Mondiali CISM di Carpi (MO).
Risultati di rilievo sono stati conseguiti dai Carabinieri del Centro Sportivo anche ai Campionati Mondiali Assoluti di Scherma, svoltisi a Pechino in aprile, nella gara di fioretto maschile a squadre con l'App. Sc. Salvatore Sanzo ed i Car. Sc. Andrea Cassarà e Stefano Barrera, laureatisi campioni del mondo.
Sul tetto del mondo è salito anche il Car. Marcella Prandi, protagonista assoluta ai Campionati Mondiali di Nuoto di Salvamento tenutisi a Berlino, ove l'atleta ha vinto il titolo iridato individuale nella gara dei 100 mt e ulteriori tre medaglie d'oro a squadre nelle specialità della staffetta: mista, con ostacoli e 4x25 con manichino.
Grandi soddisfazioni anche dal Karate: ai Campionati Mondiali di Tokyo, l'App. Vincenzo Figuccio ha conseguito la medaglia di bronzo a squadre nella specialità Kata.
Infine da segnalare il cospicuo bottino conquistato nel corso dei vari Campionati Europei ai quali hanno preso parte gli atleti dell'Arma: 10 medaglie d'oro (3 individuali), 5 d'argento
(2 individuali) e 10 di bronzo (5 individuali).