Menu
Mostra menu

I Tiratori Scelti e gli Artificieri Antisabotaggio

Un artificiere in azioneCalma e concentrazione, elevata competenza tecnica, assoluto equilibrio psico-fisico: sono queste le principali qualità richieste ai tiratori scelti, il cui intervento può risultare determinante in situazioni estreme, quando la vita di personalità o di inermi cittadini è minacciata da folli o efferati criminali. Sono Carabinieri formati attraverso un addestramento severo e scrupoloso, condotto presso la Scuola di Perfezionamento al Tiro di Roma, che li rende in grado di garantire un’adeguata cornice di sicurezza anche in occasione di manifestazioni a carattere nazionale e internazionale. Proprio in tali contesti, spesso, si trovano ad operare in simbiosi con gli artificieri antisabotaggio, unità impegnate sul fronte dei reati commessi con materie esplodenti e, in particolare, nelle rischiose operazioni di disattivazione e neutralizzazione degli ordigni. Tiratore sceltoImpiegati per scongiurare gravi conseguenze quando si teme il pericolo di un’esplosione, il loro supporto è fondamentale anche quando questa sia avvenuta, per affiancare gli investigatori dell’Arma nella individuazione delle cause e nella ricerca delle tracce utili alle indagini. La formazione degli artificieri avviene presso la Scuola del Genio dell’Esercito ed è costantemente aggiornata con la frequenza di periodici moduli di mantenimento. Al pari dei tiratori scelti, sono dislocati capillarmente su tutto il territorio nazionale, in modo da garantire tempestività di intervento e piena interazione con le altre componenti dei reparti territoriali.