Menu
Mostra menu

Le Tecnologie

Carabiniere sottopone un ragazzo al test dell'etilometroNelle organizzazioni moderne, la tecnologia è uno dei fattori che maggiormente incidono sui livelli di funzionalità, efficienza e produttività. Ed è per questo che i programmi tecnologici influenzano sempre più sensibilmente il modo di “garantire sicurezza” dell'Arma, anche se l'elemento umano mantiene la sua centralità.

Nel corso del 2007, in particolare, sono state realizzate o avviate progettualità per il potenziamento delle comunicazioni tra i reparti e con le unità operative impiegate nei servizi d'istituto, per la protezione del patrimonio informativo - con la definizione di un progetto di “Disaster Recovery” - e, soprattutto, per il miglioramento delle capacità di prevenzione e di investigazione dei reparti.

Le Centrali Operative, veri e propri “motori” di tutti i servizi sul territorio, costituite presso i Comandi Provinciali e di Compagnia, sono ormai completamente informatizzate ed interconnesse (a livello nazionale, con la Sala Operativa del Comando Generale e, a livello provinciale, con le Sale Operative delle Questure), consentendo una gestione coordinata e razionale delle risorse che garantisce la tempestività degli interventi, anche grazie alla visualizzazione, su cartografia vettoriale, degli automezzi in servizio delle due forze di polizia e a collegamenti in videoconferenza. Le stesse, inoltre, saranno a breve dotate di collegamenti a un innovativo sistema di “Supporto alle Indagini e COntrollo del TErritorio” (S.I.CO.TE.).

Alcune tecnologie presenti su un'autoradio dell'ArmaMa al potenziamento del controllo del territorio hanno concorso anche le tecnologie con cui sono state equipaggiate le autoradio: sistemi di ripresa video per la trasmissione di immagini alla Centrale Operativa, apparati di lettura e riconoscimento delle targhe per la rilevazione immediata dei veicoli rubati, PC portatili per la consultazione delle Banche Dati di interesse operativo in modalità wireless, strumenti per il rilevamento della velocità dei veicoli e per la misurazione del tasso alcolemico nel sangue, kit per la circolazione stradale di dimensioni più contenute rispetto all'attuale, ma che conferiscono una maggiore visibilità al dispositivo di controllo, specie di notte o in caso di nebbia.

Soluzioni tecnologiche d'avanguardia sono state anche progettate ed applicate al settore amministrativo, che, in particolare, hanno consentito di completare il processo di razionalizzazione e di accentramento presso il Centro Nazionale Amministrativo di Chieti di funzioni, come la gestione degli stipendi, delle pensioni e della documentazione matricolare del personale, permettendo di recuperare circa 1.100 unità, precedentemente impiegate in 26 Enti amministrativi sparsi in tutta la penisola, ora destinate al controllo del territorio.