Menu
Mostra menu

L'Arma e lo Sport

La schermitrice Margherita Granbassi nel corso di un matchLa storia dei Carabinieri nello Sport è una storia importante, con molti atleti entrati nel cuore dei cittadini e negli annali dello Sport, che con le loro imprese straordinarie hanno dato lustro all'Arma ed allo Sport nazionale nel mondo. A testimonianza di ciò basti guardare l'imponente Medagliere sportivo dei Campioni dell'Arma al termine del 2007: 76 medaglie olimpiche (27 d'oro, 25 d'argento e 24 di bronzo), per non parlare poi della messe di allori conseguiti nei campionati mondiali ed europei, nei mondiali militari, nelle universiadi, nelle competizioni italiane.

Per i tanti successi conseguiti, un merito particolare va riconosciuto al Centro Sportivo Carabinieri, che trae origine dalle “Sezioni ginniche” dei vari Comandi dell'Arma degli anni '20 del secolo scorso e che oggi conta 10 sezioni sportive, tutte affiliate alle relative Federazioni: Atletica Leggera, Judo, Karate e Taekwondo, Nuoti e Tuffi, Paracadutismo Sportivo, Pentathlon Moderno e Triathlon, Scherma, Sport Equestri, Sport Invernali e Tiro.

Nel 2007, gli atleti carabinieri si sono fatti onore in Patria ed all'estero, a partire dalla 4^ Edizione dei Giochi Mondiali Militari, svoltisi in India dal 14 al 21 ottobre. In questo appuntamento importantissimo per lo sport militare, ori sono arrivati dal triatleta Giuseppe Ferraro, individuale e a squadre insieme ai colleghi Daniel Hofer e Massimo De Ponti, da Rosario La Mastra e Micol Cattaneo nell'atletica leggera, con i titoli nella staffetta 4x100 metri, e dalla bravissima judoka Erica Barbieri. Ad arricchire il palmares dell'Arma anche due medaglie d'argento nel judo femminile e sei di bronzo (nel nuoto, nel salto triplo, nella pallavolo e tre ancora nel judo).

L'Appuntato Armin Zoeggeler su slittinoIl 2007 ha anche confermato lo strapotere nello slittino del “cannibale” Armin Zoeggeler, che ha costruito il suo successo in Coppa del Mondo stabilendo il record assoluto di vittorie di tutti i tempi. Per il campione olimpico di Torino 2006 anche un doppio argento individuale e a squadre, con l'Appuntato Christian Oberstolz, ai mondiali di Ingls in Austria. Ed ancora dagli sport invernali sono arrivati i successi di Patrick Staudacher, campione del mondo nel “Super G”, ed i bronzi di Simone Bertazzo per il bob e Pietro Piller Cottrer per il fondo.

Nel nuoto hanno mietuto allori Marco Formentini e Alessandro Calvi, entrambi argento ai mondiali di Melbourne, dove il tuffatore Christopher Sacchin ha conseguito il terzo posto.

Ottime le performance dei pentatleti Federico Simonetti e Riccardo De Luca, vincitori dei mondiali militari di specialità, disputatisi in luglio a Rio de Janeiro. Luglio è stato anche il mese dei tiratori Valerio Luchini, terzo nello skeet ai Campionati Europei, e Massimo Fabbrizi, argento iridato nella fossa olimpica a squadre.

Bronzi mondiali sono arrivati dai carabinieri Alex Schwazer e Roberto Meloni, rispettivamente nella 50 Km di marcia ad Osaka e nello Judo a Rio de Janeiro.

Grandi soddisfazioni, come nella migliore tradizione, anche dalla scherma: ai mondiali di San Pietroburgo, la fiorettista Margherita Granbassi ha conquistato la medaglia d'argento individuale, che ha impreziosito un medagliere già forte di un altro argento e tre bronzi.

L'anno si è chiuso con il trionfo di Valentina Truppa, indiscusso astro del dressage internazionale, che ha conquistato a Francoforte la sua terza Coppa del Mondo consecutiva di categoria, dopo aver trionfato, nel corso dell'anno, al campionato europeo.