Menu
Mostra menu

Il Comandante di Stazione e il Carabiniere di Quartiere

Un Carabiniere di QuartiereLa tradizionale vocazione di vicinanza alla popolazione, che caratterizza l'Arma dei Carabinieri sin dalla fondazione, trova la sua espressione più concreta e quotidiana nella Stazione Carabinieri, il primo anello dell'organizzazione territoriale dell'Istituzione.

La Stazione è, innanzitutto, una risorsa operativa imprescindibile nel quadro delle attività volte a garantire la sicurezza dei cittadini. Lo testimoniano gli straordinari risultati che da questi reparti sono stati conseguiti anche nel 2007: 3.332.242 servizi sul territorio, 2.023.788 reati perseguiti (corrispondenti al 66,7 % delle denunce complessivamente presentate a tutti i reparti e gli uffici delle Forze di polizia), 271.004 persone denunciate e 52.861 arresti eseguiti.

Ma il ruolo delle Stazioni e dei suoi comandanti va ben oltre lo svolgimento delle attività primarie di polizia. Esso si sostanzia in un rapporto di conoscenza diretta e reciproca con il cittadino che richiama una vera e propria funzione di “rassicurazione sociale”. I Carabinieri della Stazione non “prestano servizio” in un comune, gli “appartengono” e ne costituiscono un punto di riferimento sociale ed umano oltre che professionale.
Ad essi ci si affida per ricevere un parere autorevole sulle questioni più disparate, per un consiglio o un aiuto.

Un Comandante di StazioneLa formula di “prossimità” che caratterizza la Stazione trova la sua espressione più moderna nel Carabiniere di quartiere. Ad oggi sono 1.510 e pattugliano i più popolosi quartieri urbani di tutti i capoluoghi di provincia e di altri 109 centri.

Il loro compito primario è quello di proteggere, ascoltare, suggerire, informare, offrire una presenza vigile e rassicurante attraverso il contatto quotidiano con la gente, con l'obiettivo di "penetrare" il territorio ed ottenere un ritorno positivo in termini di collaborazione da parte della collettività, di cui sono un punto di riferimento.

Inoltre, con la loro perfetta conoscenza dell'ambiente urbano, i Carabinieri di quartiere sono uno strumento di “prevenzione avanzata”, la più moderna espressione di un'Istituzione che, da sempre, mira a soddisfare la domanda di sicurezza nei luoghi dove si genera, in “presa diretta” con le effettive necessità degli abitanti.

L'esperienza maturata ha consentito di sviluppare ulteriormente l'attività conferendole una più spiccata connotazione operativa, orientata alla prevenzione dei più comuni reati di strada e dei fenomeni di disordine urbano.

  • Servizi preventivi 

 Servizi
4.559.053
  
 Automezzi controllati
14.557.125
  
 Persone identificate
18.699.292

 

  • Circolazione stradale
  
 
Infrazioni al C.d.S. accertate

1.071.358
 
 Incidenti Rilevanti
48.454
 
 Soccorso a terzi
41.090