Menu
Mostra menu

I Carabinieri dell'Aria e del Mare

Elicottero AW-109 Nexus in voloL'osservazione dagli elicotteri moltiplica l'efficacia del controllo del territorio sin dal 1965, quando fu istituita la prima struttura di volo autonoma, divenuta oggi il Raggruppamento aeromobili. La base principale è a Pratica di Mare, nei pressi di Roma, dove una centrale operativa è in contatto nell'arco dell'intera giornata con gli elicotteri dei 15 Nuclei dislocati su tutto il territorio nazionale e in grado di raggiungere ogni luogo d'Italia in un tempo di volo massimo di 30 minuti.

Il servizio aereo è perfettamente interoperabile con tutte le altre componenti dell'Arma: territoriali e specialistiche. L'elicottero è in grado di trasmettere le immagini di una manifestazione, permettendo una migliore gestione dei servizi di ordine pubblico, di “agganciare” una macchina in fuga, dirigendo dall'alto le autoradio, di trasportare rapidamente "Cacciatori" e unità cinofile ove serva il loro intervento, di individuare discariche abusive, indicandole ai Nuclei Operativi Ecologici per i successivi controlli, di soccorrere cittadini in stato di bisogno. Un impegno che ha fatto registrare nel 2007 complessivamente 9.730 missioni operative per 7.866 ore di volo.Motovedetta classe 800 in navigazione

I Carabinieri estendono la propria operatività anche sul mare e sui laghi. La vigilanza su questo patrimonio nazionale è assicurata da 154 motovedette che, dislocate in 126 siti lungo tutto il perimetro costiero, operano per il contrasto dei fenomeni di inquinamento e dei traffici illeciti, senza tralasciare il controllo delle attività turistiche, della pesca e di trasporto, sino a svolgere, a Venezia, la vera e propria attività di pronto intervento. Lo svolgimento di queste attività si è concretizzato nel 2007 in 133.694 ore di navigazione per servizi operativi che hanno consentito, tra l'altro, il soccorso di 454 imbarcazioni e di 1.829 persone.