Menu
Mostra menu

Operazioni di sostegno della pace

...Un luogo, una data che segnano tragicamente la secolare partecipazione dell’Arma ad operazioni umanitarie e di supporto alla pace. Il sacrificio di 12 Carabinieri, 5 militari dell’Esercito e 2 civili esalta il valore di uomini e donne quotidianamente impegnati nel difficile compito di ricostruire condizioni di civile convivenza in zone destabilizzate. L’attacco devastante al presidio dei Carabinieri porta con sé il senso profondo del sacrificio che impone la lotta contro una criminalità vile ed assassina, condotta dall’Arma tra la gente in nome dei valori della pace, della giustiziae della democrazia.
E’ questo il contesto nel quale operano le MSU (Multinational Specialised Unit), gli originali reparti ideati dall’Arma, presenti in Bosnia, Kosovo ed Iraq,
per assicurare in aree instabili il controllo del territorio, l’investigazione criminale, il mantenimento dell’ordine pubblico. A tali compiti vanno aggiunti quelli di addestramento delle polizie locali e di cooperazione civile e militare per il sostegno umanitario delle popolazioni.

  • Operazioni di sostegno della pace

Aree di operazione:Militari impiegati:
Iraq800
Bosnia962
Kosovo692
Albania10
Cisgiordania39
Afghanistan220
Eritrea47
Altre Missioni120
  • Reggimenti MSU: SFOR Bosnia, Kfor Kosovo, Iraq

Aree di operazione:Militari impiegati:
Militari impiegati:170.198
- Ordine Pubblico7.506
- pattuglie102.593
- attività informativa10.328
Persone Arrestate249
Persone denunciate52
Sequestri di armi ed esplosivi119.944
carabiniere in missione all'estero