Menu
Mostra menu

Insieme nella difesa dei valori di ogni tempo

copertina attività operativa 2003
“L’Arma dei Carabinieri, quale forza militare di polizia a competenza generale e in servizio permanente di pubblica sicurezza, veglia al mantenimento dell’ordine pubblico, alla sicurezza dei cittadini, alla loro incolumità e alla tutela della proprietà… partecipa alle operazioni militari all’estero per il mantenimento ed il ristabilimento della pace e della sicurezza internazionale… Una vigilanza attiva, non interrotta, e l’azione repressiva costituiscono l’essenza della missione dei Carabinieri”.

Art. 2 R.D. 14 giugno 1934, n. 1169
Artt. 2 e 5 D. Lgs. 5 ottobre 2000, n. 297

“Le norme che hanno definito il ruolo ed i compiti dell’Arma, dal Regolamento Organico del 1934 al Decreto Legislativo di riordino del 2000, traggono origine dalle Regie Patenti del 13 luglio 1814, che segnarono la nascita dei Carabinieri, e scandiscono il concetto di “sicurezza” quale condizione fondamentale per l’esercizio di tutte le libertà da parte dei cittadini e, in definitiva, per lo sviluppo della società civile.
Per questo “le vicende dell’Arma si fondono con quelle del Paese… La storia dell’Arma rappresenta storia di libertà, costruita nel tempo con grandi eroismi e quotidiani sacrifici”. Per questo, nell’epoca della globalizzazione, in cui la sicurezza del Paese non può essere disgiunta dall’esigenza mondiale di pace, l’azione dell’Arma travalica i confini nazionali e rivolge il proprio modello di umanità e fermezza a favore di popolazioni bisognose di stabilità e democrazia.
La tradizione procede e si rinnova, connotata da un tratto essenziale: la presenza fra la gente di qualsiasi nazione, razza e religione.