Menu
Mostra menu

Tutela dei Segni Distinitivi dell'Arma dei Carabinieri

Denominazioni, Stemmi, Emblemi, e altri Segni Distintivi in uso esclusivo all'Arma dei Carabinieri.
Ai sensi dell’art. 2, co. 2 del D.M. del Ministero della Difesa datato 25 luglio 2012, n. 162 “Regolamento recante individuazione delle denominazioni, degli stemmi, degli emblemi e degli altri segni distintivi delle Forze armate, compresa l'Arma dei carabinieri, in uso esclusivo al Ministero della difesa, ai sensi dell'articolo 300, comma 4, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66” (edito in G.U. n. 224 del 25 settembre 2012), si pubblicano le denominazioni, gli stemmi, gli emblemi e i segni distintivi su cui l’Arma dei Carabinieri esercita un uso esclusivo.

In base al citato DM, l’art. 3 precisa che Il Ministero della Difesa può consentire a soggetti terzi, pubblici o privati, l'uso temporaneo delle denominazioni, degli stemmi, degli emblemi e degli altri segni distintivi delle Forze armate, a titolo oneroso, in via convenzionale, attraverso la stipula di contratti di sponsorizzazione e di contratti ad essi assimilabili, ai sensi dell'articolo 26 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163.