Menu

Il Vice Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri

Chi è

Il Vice Comandante Generale (Art. 168 del D.Lgs. 15 marzo 2010 nr. 66):

  • è il generale di corpo d'armata in servizio permanente effettivo più anziano in ruolo e viene nominato con decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della difesa. Il decreto di nomina e' predisposto dal Comandante generale e trasmesso dal Capo di Stato Maggiore della Difesa;
  • rimane in carica con mandato della durata massima di un anno, salvo che nel frattempo non debba cessare dal servizio permanente effettivo per limiti di eta' o per altra causa prevista dalla legge;
  • e' gerarchicamente preminente rispetto agli altri generali di corpo d'armata dell'Arma dei carabinieri.

Il Ministro della difesa ha facolta' di escludere il generale di corpo d'armata piu' anziano e proporre la nomina di quello che lo segue in ordine di anzianita'.

Il Vice Comandante generale:

  • esercita le funzioni vicarie in caso di assenza o di impedimento del Comandante generale e lo coadiuva assolvendo le funzioni ed i compiti delegati;
  • su delega del Comandante Generale effettua ispezioni agli alti comandi dell'Arma;
  • e' membro ordinario con diritto di voto del Consiglio superiore delle Forze armate;
  • presiede la commissione ordinaria di avanzamento degli ufficiali dei carabinieri.

Attualmente in carica

Il Generale di Corpo d’Armata Antonio RICCIARDI, nato a Napoli il 17 febbraio 1953, coniugato e conGen.Ricciardi tre figli, ha intrapreso la carriera militare nel 1967, frequentando la Scuola Militare “Nunziatella” di Napoli e i corsi dell’Accademia Militare di Modena e della Scuola di Applicazione Carabinieri in Roma.

Laureato in Giurisprudenza, in Scienze Politiche e in Scienze della Sicurezza Interna ed Esterna, e ha frequentato, da Maggiore il 111° Corso Superiore di Stato Maggiore.
E’ conoscitore della lingua inglese e ha conseguito i Master in “Scienze Strategiche”, in “International Security Advanced Studies” e in “Geopolitica”.

Nei gradi di Tenente e Capitano è stato Comandante di Plotone presso il 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo in Roma e Comandante delle Compagnie Carabinieri di Melito Porto Salvo (RC) e di Nola (NA).

Da Ufficiale Superiore nei gradi di Maggiore e Tenente Colonnello ha ricoperto gli incarichi di Capo Sezione dell’Ufficio Ordinamento e dell’Ufficio Operazioni del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, di Comandante Provinciale Carabinieri di Brindisi. Da Colonnello, ha retto gli incarichi di Capo Ufficio Ordinamento del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, di Comandante Provinciale di Palermo, di Comandante del Reggimento Carabinieri a Cavallo, nonché di Comandante del Reparto Corsi e Direttore dell’Istituto Studi Professionali e Giuridico Militari presso la Scuola Ufficiali Carabinieri in Roma.

Da Ufficiale Generale è stato Comandante della Legione Carabinieri Marche in Ancona, Vice Capo del I Reparto dello Stato Maggiore della Difesa in Roma, Direttore Coadiutore dell’Istituto Alti Studi per la Difesa del Centro Alti Studi per la Difesa in Roma, Comandante della Scuola Marescialli e Brigadieri Carabinieri in Firenze, Sottocapo di Stato Maggiore del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, Comandante Carabinieri Ministero Affari Esteri in Roma, Presidente della Commissione di Valutazione e Avanzamento del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri e Comandante Interregionale Carabinieri “Vittorio Veneto" in Padova.

Dal 19 giugno 2015 al 20 marzo 2016 è stato Comandante delle Unità Mobili e Specializzate Carabinieri "Palidoro" in Roma.
Dal 21 marzo 2016 è Vice Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri.