Menu
Mostra menu

RISERVA NATURALE DI POPOLAMENTO ANIMALE FRATTAROLO

Istituzione: D.M. 5 maggio 1980

Proprietà: Demanio dello Stato
Altitudine: 1 - 2 m. s.l.m.
Estensione: 257 ha

Riserva naturale di popolamento animale
L'area è ubicata nel golfo di Manfredonia.

Altre indicazioni e classificazioni:
Inclusa nel Parco nazionale del Gargano
ZPS (Direttiva79/409/CEE) IT9110038
pSIC (Direttiva 92/43/CEE) IT9110005

Organo di Gestione:
Reparto Carabinieri Biodiversità di Foresta Umbra (FG)
Località Foresta Umbra  - cap 71018 Monte Sant'Angelo (FG)
tel. 0884/560944  fax 0884/560948

  1. Flora
  2. Fauna
  3. Fruizione
Bacino del torrente Candelaro

Descrizione e cenni storici

L'area rappresenta il naturale bacino di espansione del torrente Candelaro. La ricca vegetazione palustre, la vicinanza al mare e i frequenti impaludamenti rendono il biotopo particolarmente interessante.
Nella riserva è consentito l'allevamento di bufali allo strato brado






 

 
 
Tamerici

Flora

La vegetazione tipicamente palustre annovera tamerici e salici e, tra le erbacee, rappresentanti del genere Cyperus (Zigolo), Scirpus (Lisca) e Typha (Lisca maggiore). Dove il terreno è più consolidato e con più abbondanza di sali sono presenti anche specie di Salicornia.



 
 
Airone cenerino

Fauna

Tra le specie che frequentano la Riserva si segnalano l'airone cenerino, il chiurlo, il cavaliere d'Italia, la garzetta, la spatola, la sgarza ciuffetto, la gallinella d'acqua, la folaga, il mignattaio, l'alzavola, il mestolone, la marzaiola, la volpoca, il tarabusino e il falco di palude. Frequente la presenza di oche di passaggio.





 

 
 
Fruizione

Fruizione

La Riserva è costeggiata dalla rotabile litoranea che collega Manfredonia con Margherita di Savoia e Barletta ed è perciò facilmente raggiungibile. Percorrendone i confini dall'esterno, con l'ausilio di un buon binocolo, è possibile fare interessanti osservazioni sia del particolare ambiente che dell'avifauna presente.