Menu
Mostra menu

RISERVA NATURALE BIOGENETICA GOLIA - CORVO

Regione: Calabria
Provincia: Cosenza
Comune: Spezzano della Sila, Longobucco

N° elenco ufficiale aree protette del 24/07/2003: 69
Provvedimento d’istituzione: decreto ministeriale Agricoltura e Foreste 13 luglio 1977
Altre classificazioni: Riserva Biogenetica; inserita nel Parco Nazionale della Sila;
Zona di Protezione Speciale ai sensi della direttiva 79/409/CEE riguardante la protezione degli
uccelli;
Sito d’Importanza Comunitario ai sensi della Direttiva 92/43/CEE.
Proprietà: Demanio dello Stato

Altitudine: 1.300-1.600 m
Estensione: 350 ha

Descrizione
La localizzazione geografica è sull’altopiano Silano all’interno del complesso delle Foreste
Demaniali della Sila Grande esteso su 5.385 ha.
La Riserva è situata in posizione centrale su rocce in prevalenza granitiche. L’area occupa parte del
bacino del torrente Cecita fino alla sua immissione nell’omonimo lago artificiale.

Flora
Il soprassuolo è composto da 320 ha di fustaia pura di Pinus nigra var. laricio (pino laricio) e da 20
ha di fustaia mista di Fagus sylvatica (faggio) e Abies alba (abete bianco).

Fauna
Tra i mammiferi frequentano l’area Capreolus capreolus (capriolo) e Cervus elaphus (cervo) grazie
alle reintroduzioni operate dal CFS, Canis lupus (lupo), Sciurus vulgaris (scoiattolo), Felis
sylvestris (gatto selvatico), Sus scrofa (cinghiale), Martes martes (martora), M. foina (faina),
Mustela putorius (puzzola), M. nivalis (donnola), Meles meles (tasso), Lepus italica (lepre italica),
Vulpes vulpes (volpe). Nella Riserva è ricompreso un grande recinto faunistico destinato ai progetti
di rentroduzione degli ungulati.
È di grande interesse zoogeografico la presenza di un piccolo roditore della famiglia dei gliridi, il
Dryomys nitedula (driomio), a distribuzione paleartica ma presente in isolamento in Calabria con la
sottospecie endemica aspromontis.
Tra gli uccelli nidificanti: Accipiter gentilis (astore), Accipiter nisus (sparviere), Pernis apivorus
(falco pecchiaiolo), Buteo buteo (poiana), Dryocopus martius (picchio nero), Columba palumbus
(colombaccio), Otus scops (assiolo), Jinx torquilla (torcicollo), Picoides major (picchio rosso
maggiore), Turdus viscivorus (tordela), Regulus ignicapillus (fiorrancino), Parus palustris (cincia
bigia), Phylloscopus sibilatrix (luì verde), Sitta europea (picchio muratore), Oriolus oriolus
(rigogolo), Lanius collurio (averla piccola). Si evidenzia che alcune specie di uccelli come ad
esempio Regulus regulus (regolo), Carduelis spinus (lucarino) e Loxia curvirostra (crociere), solite
nidificare a latitudini maggiori, trovano nella riserva un habitat idoneo e sull’altopiano della Sila il
limite più meridionale del loro areale.

Servizi ai visitatori
La Riserva è attraversata dalla strada statale “Fossiata” per Bocchigliero. Al confine occidentale
della Riserva vi è il centro di Cupone con orari di apertura al pubblico dalle 9,00 alle 17,00. Qui è
disponibile un servizio di guida gratuito per i visitatori delle Sale museali del Centro Natura, del
sentiero didattico comprensivo dei recinti faunistici che ospitano esemplari di lupo, daino, muflone,
cervo, capriolo.
Altre strutture per la divulgazione ambientale del Cupone comprendono un “Giardino geologico” e
un “Giardino botanico”. Sono a disposizione del pubblico poster, depliant e documenti informativi.
Sono fruibili aree pic nic e parcheggi, sia per auto che per bus.
Il Cupone è altresì centro del reparto a cavallo e strutture equestri per i servizi istituzionali .

Ricerca Scientifica
Il centro di Cupone partecipa al progetto nazionale di allevamento in cattività del genotipo
italiano di lupo. Il centro ospita anche un centro di recupero e di prima accoglienza di animali
selvatici.
Servizi per diversamente abili
Tutte le strutture dell’area di Cupone adibite a Centro Visitatori sono fruibili dai diversamente abili
(sono state abolite tutte le barriere architettoniche). In particolare per i non vedenti e gli ipovedenti,
è stato realizzato nell’orto botanico di Cupone un apposito sentiero.

Come raggiungere l’area:
Dalla A3: da Cosenza (sud o nord) ci si dirige lungo la SS 107 (Silana-Crotonese) per Camigliatello
Silano (CS) e da qui si prosegue in direzione Longobucco (CS) fino al Km 11+ 800 dove si incrocia
la località Cupone.
Dalla SS 106 si imbocca la SS 107 fino a Rossano per poi proseguire per Camigliatello Silano e
quindi in direzione di Longobucco fino alla località Cupone.

Riferimenti:
Ufficio Territoriale Carabinieri per la Biodiversità di Cosenza
Tel. 0984/76760;