Menu
Mostra menu

Progetto LIFE SMART4Action

PROGETTO LIFE  SMART4Action

Sustainable Monitoring And Reporting To Inform Forest and Environmental Awareness and Protection

LIFE13 ENV/IT/000813  Durata del Progetto: settembre 2014 – dicembre 2018
Costo totale: € 2.206.527  (contributo LIFE+ dell’Unione Europea: 50,00%)

Beneficiario Coordinatore: Comando Unità Forestali Ambientali ed Agroalimentari dell’Arma dei Carabinieri

Beneficiari Associati: 
Il Consiglio Nazionale delle Ricerche - Il Consiglio per la Ricerca in agricoltura e l’analisi per l’Economia Agraria - L’Università degli Studi di Firenze


Cos’è SMART4Action?

 
SMART4Action (Sustainable Monitoring and Reporting to Inform Forest and Environmental Awareness and Protection), e un Progetto LIFE+, cofinanziato dalla Commissione Europea, che si propone di rinnovare e ridisegnare le Reti di monitoraggio forestali italiane ottimizzando i costi e ampliando la diffusione delle informazioni.

E’ ormai noto che gli ecosistemi forestali forniscono una serie di beni e servizi (stoccaggio di CO2, regolazione del clima, fornitura di acqua, aria pulita, tutela idrogeologica, conservazione della biodiversità e del paesaggio, prodotti tipici, legname e prodotti legnosi ) ad una varietà di fruitori, dalle intere comunità ai singoli cittadini e dai privati agli enti pubblici.

Sono elevati i rischi ed i fattori di stress che alterano la funzionalità delle foreste e ne riducono la tolleranza nei confronti di ulteriori aumenti della temperatura e del verificarsi di ripetuti eventi estremi.

AREA MONITORAGGIO PIAN CANSIGLIO(TV)Per monitorare tale situazione e poter prevedere i possibili sviluppi futuri sono necessari dati aggiornati e informazioni continue sulle foreste (stato di salute e crescita delle piante, quantità di carbonio sequestrata, impatto del cambiamento climatico, biodiversità). I dati così ottenuti possono essere utili ad un vasto pubblico (ad esempio i decisori politici, i gestori o i proprietari del bosco, i ricercatori scientifici ed i cittadini) ed utilizzati per vari scopi come la gestione sostenibile e la conservazione del bosco. Gli inventari forestali nazionali (NFI) e le reti di monitoraggio e di osservazione su larga scala delle foreste, sono riconosciuti come le principali fonti di informazioni sulle foreste europee.

In Italia il Programma CONECOFOR  del CUFA dell’Arma dei Carabinieri in collaborazione con CNR, CREA e Università di Firenze conduce le attività di monitoraggio delle foreste a livello nazionale ed internazionale, sulla base della Convenzione Internazionale UN/ECE sull’Inquinamento Atmosferico Transfrontaliero a Lungo Raggio. Nel 1987 e nel 1995 sono state istituite le due reti di monitoraggio dello stato di salute delle foreste in Italia: una rete sistematica su larga scala composta da circa 250 aree estratte da una griglia statistica ed una rete intensiva costituita da 31 aree permanenti di monitoraggio intensivo di alcuni ecosistemi forestali.


Le Aree SMART4Action

Oggetto delle analisi, dello studio preliminare e dei successivi interventi sul campo sono le grandi Reti di monitoraggio delle foreste:

  • la Rete intensiva di Livello II (31 aree permanenti con molte indagini attivate )
  • la Rete estensiva di Livello I (circa 250 punti di rilevamento dello stato delle chiome)
  • l ’Inventario Nazionale Forestale.

Le  infrastrutture di monitoraggio esistenti a livello nazionale (le reti di monitoraggio) e l’inventario Nazionale delle foreste italiane sono gestiti dal CUFA dell’ Arma dei Carabinieri con la collaborazione scientifica di Università ed Enti di Ricerca. La fase sperimentale prevede una stagione di rilevamenti effettuata su una selezione di un minimo di sei aree della rete intensiva di monitoraggio. In base alle loro caratteristiche ecologiche, alla lunghezza delle serie storiche  e alla completezza delle ricerche, sono state identificate le seguenti aree Test su cui concentrare le attività di rilevamento :
ABR 1 Selva Piana ; CAL 1 Piano Limina ; EMI 1 Carrega ; LAZ 1 Monte Rufeno ; PIE 1 Valsessera ; VEN 1 Pian di Cansiglio . 
                                                   
PANNELLO INFO ABR1 COLLELONGO (AQ)

Obiettivi del Progetto SMART4Action

Il principale obiettivo del progetto è rinnovare la rete di monitoraggio delle foreste italiane in modo che si possa assicurare da una parte una notevole riduzione dei costi e dall’altra il mantenimento della qualità e della validità tecnicoscientifica delle osservazioni e della rilevazione costante dei dati.

Il Progetto SMART4Action intende ridisegnare il monitoraggio forestale anche in base alle esigenze delle categorie interessate ed aumentare la consapevolezza dell’importanza delle foreste nella nostra società.

Per la riduzione dei costi (almeno del 30%) vengono esplorate tre principali direzioni:

  • la diminuzione del numero delle aree investigate
  • la riduzione della frequenza dei campionamenti
  • la variazione della quantità di ricerche attivate.

PANNELLO INFO AREA VEN1 -VITTORIO VENETOLo sviluppo di un  nuovo sistema di monitoraggio che sia scientificamente e tecnicamente valido, ed economicamente sostenibile avviene attraverso:

  • la sintesi delle informazioni disponibili sulle reti di monitoraggio dello stato delle foreste, in funzione delle necessità informative emerse dalla consultazione degli stakeholder (Azione A.1)
  • le valutazioni e le elaborazioni condotte nelle Azioni B.1, B.2, B.3, attraverso la preparazione di documenti ed incontri
  • l’ integrazione dei risultati per progettare una nuova rete di monitoraggio, che permetta di ridurre i costi di almeno il 30% senza perdere il valore informativo della rete.

A queste attività si affiancano quelle rivolte al coinvolgimento dei cittadini, scuole e delle categorie interessate di informazione, divulgazione e sensibilizzazione, svolte direttamente sul campo e allo sviluppo di Applicazioni per smartphone, pubblicazioni e strumenti informativi tecnologici sviluppati nel corso del progetto.

Per consultare i risultati del progetto scarica il Layman’s Report al seguente link: Layman’s Report

A queste attività si affiancano quelle rivolte al coinvolgimento dei cittadini, scuole e delle categorie interessate di informazione, divulgazione e sensibilizzazione, svolte direttamente sul campo e allo sviluppo di Applicazioni per smartphone, pubblicazioni e strumenti informativi tecnologici sviluppati nel corso del progetto.

EVENTI DIVULGATIVI DEL PROGETTO

Per coinvolgere attivamente la popolazione nel monitoraggio delle foreste e sensibilizzare alla tutela dell’ambiente sono stati organizzati degli incontri sul campo presso le aree SMART4Action

Le Azioni del Progetto SMART4Action 

Il progetto si articola su diverse Azioni di cui sono responsabili i vari Partner:

  • A1,Azione preparatoria di ricognizione delle categorie interessate, raccolta informazioni e creazione dello Stakeholder board (Arma CC - CUFA)
  • B1,Analisi, valutazione e verifica della risposta biologica degli ecosistemi forestali (Arma CC - CUFA)
  • B2,Analisi, valutazione e verifica dei dati chimici degli ecosistemi forestali (CNR)
  • B3,Analisi, valutazione e verifica dei dati meteorologici degli ecosistemi forestali (CREA)
  • B4,Sintesi di informazioni e progettazione del nuovo sistema (Arma CC - CUFA)
  • C1,Monitoraggio dell'impatto delle azioni del progetto sull'ambiente (Arma CC - CUFA)
  • C2,Monitoraggio dell'impatto socio - economico delle azioni del progetto(Arma CC - CUFA)
  • D1,Principali attività di divulgazione del progetto (Arma CC - CUFA)
  • D2,Diffusione dei risultati del progetto attraverso webGIS , sito web e applicazioni per smartphone (CNR)
  • D3,Diffusione dei dati del progetto e informazioni in tempo reale all’interno e dalle aree test(CREA)

Link utili:

http://ec.europa.eu/environment/life/

http://smart4action.ise.cnr.it/smart4action/

http://www.ise.cnr.it/projects/smart4action

http://icp-forests.net/



Link ai prodotti editoriali:

manuale del cittadino

 


Locandina Smart4action

Scarica le APP di Smart4Action:  Smart4Action Citizen Involvement  Smart4Action Reporting
1280px-Available_on_the_App_Store_(black)_SVG.svg



google-play-badge



Per richiedere ulteriori pubblicazioni e i dati del monitoraggio scrivi a: Comando Carabinieri per la Tutela della Biodiversità e dei Parchi Ufficio Studi e Progetti Mali: tbpusp@carabinieri.it