Menu
Mostra menu
Contrasto al fenomeno eversivo e terroristico
Indagine “Pontelungo”, conclusa nel 1996 con l’arresto di 21 componenti, ritenuti i promotori, gli organizzatori e i partecipanti ad un’associazione diretta a sovvertire gli ordinamenti economici e sociali dello Stato. L’indagine, iniziata nel 1994, ha documentato l’esistenza di un’associazione sovversiva denominata Organizzazione Rivoluzionaria Anarchica Insurrezionalista - ORAI responsabile di aver compiuto rapine ai danni di istituti di credito e sequestri di persona, oltre che attiva nella propaganda, nel proselitismo e nel sostegno logistico di latitanti ed anarchici detenuti.

Indagine “Moskea”, conclusa nel 1995  e  incentrata su un gruppo di algerini gravitanti in Italia e componenti di una rete internazionale di supporto alle organizzazioni terroristiche integraliste (Fronte Islamico di Salvezza F.I.S. – Gruppo Islamico Algerino G.I.A. – Esercito Islamico di Salvezza A.I.S.). L’indagine che ha portato all’arresto del leader del gruppo, ha rivelato le modalità di procacciamento, occultamento e trasporto (per vie diversificate e tramite vettori sperimentati), delle armi necessarie ai gruppi armati clandestini algerini operanti in Europa.

Indagine “Bazar”, conclusa nel 2005 con l’arresto a Milano di un gruppo di integralisti tunisini per associazione sovversiva con finalità di terrorismo internazionale e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, oltre che lo smantellamento di due cellule terroristiche, era dedita a reati in materia di immigrazione clandestina, ricettazione e contraffazione di documenti d’identità, operando in correlazione con un gruppo Salafita a sua volta in diretto collegamento con una rete di analoghi ed affini gruppi attivi in alcuni Stati europei (Germania, Inghilterra, Spagna, Belgio e Francia) ed extraeuropei (Algeria, Pakistan, Afghanistan e Tunisia).

Cattura di Scrocco Rose Ann, conclusa il 16 gennaio 2006 con l’arresto in Olanda e la successiva estradizione in Italia di Scrocco Rose Ann, nome di battaglia “Lucia”,  militante anarco – insurrezionalista inserita nell'elenco dei cosiddetti “30 grandi latitanti” e irreperibile dal 1991. La donna era stata condannata nel 1996 per il sequestro di persona e l’omicidio di Mirella Silocchi, oltre che ritenuta colpevole di associazione terroristica e banda armata, in quanto appartenente all’organizzazione sovversiva denominata Organizzazione Rivoluzionaria Anarchica Insurrezionalista - ORAI.

Operazoine ROS JwebIndagine “Jweb”, conclusa nel 2015 dopo 4 anni di indagine e incentrata su cittadini curdo iracheni attivi sulla piattaforma internet nello svolgimento di diffusione di materiale dal contenuto jihadista di Al Qaida. L’indagine, portava all’arresto di 17 indagati, di cui 7 localizzati in Italia e gli altri 10 in Inghilterra, Norvegia, Finlandia e Svizzera, ha disvelato l’esistenza di un’organizzazione terroristica transnazionale denominata Rawti Shax, facente capo al Mullah Krekar con vertice in Norvegia e cellule operative in Europa e Medio Oriente e avente l’obiettivo di creare un Califfato islamico in Kurdistan. Contestualmente è stata individuata una cellula terroristica islamista attiva sulla rete nella pubblicazione di materiale di propaganda jihadista, oltre che sull’utilizzo di armi e sostanze chimiche per compiere azioni violente in Europa e nei Paesi musulmani apostati.