Menu
Mostra menu
Arresto pericolosi latitanti
Il R.O.S. ha concluso, negli anni, numerose importanti operazioni di contrasto alla criminalità organizzata e fenomeni di terrorismo assicurando alla giustizia pericolosi latitanti inseriti nell’apposito speciale programma di ricerca, tra i quali: 

  • Salvatore Riina, arrestato il 15 Gennaio 1993 a Palermo, capo di “cosa nostra”, latitante da 23 anni;
  • Giuseppe Barbaro arrestato il 10 dicembre 2001 a Platì (RC) dopo 14 anni di latitanza, importante esponente della ‘Ndrangheta e autore di numerosi sequestri di persona negli anni 70/80;
  • Giuseppe Morabito, arrestato il 18 febbraio 2004 in Aspromonte latitante da 12 anni, considerato l’esponente più importante della ‘Ndrangheta;
  • Paolo Di Lauro arrestato  il 16 settembre 2005 a Napoli, latitante da 3 anni, protagonista della nota faida di Scampia;
  • Pasquale Condello arrestato il  18 febbraio 2008 a Reggio Calabria, latitante da 18 anni, considerato l’esponente della ‘Ndrangheta più importante dopo l’arresto di Giuseppe Morabito;
  • Gerlandino Messina arrestato il 23 ottobre 2010 a Favara (AG)  latitante da 12 anni, capo di “cosa Nostra” della provincia di Agrigento;

001_Salvatore Riina 002_Giuseppe Barbaro 003_Giuseppe Morabito 004_Paolo Di Lauro 005_Pasquale Condello 006_Gerlandino Messina