Menu
Mostra menu
Storia
Logo Raggruppamento Operativo SpecialeIl Raggruppamento Operativo Speciale – ROS -  è stato istituito il 3 dicembre 1990, con il medesimo provvedimento di legge con cui sono stati costituiti i Servizi Centrali ed Interprovinciali di Polizia Giudiziaria, della Polizia di Stato (S.C.O.) e della Guardia di Finanza (SCICO).

All’atto della sua costituzione il ROS assorbì la preesistente struttura anticrimine dell’Arma, nata a Torino nel maggio del 1974 con un “Nucleo Speciale di Polizia Giudiziaria”, - il Nucleo Scintilla - costituito da appena 40 unità appositamente prescelti dal Generale Carlo Alberto dalla Chiesa, per l’espletamento di particolari e complesse indagini a livello nazionale.

Era l’epoca degli anni di piombo e della “notte della Repubblica” che il 16 marzo 1978 condusse al rapimento dell’Onorevole Aldo Moro, presidente della Democrazia Cristiana. 

GenCA Carlo Alberto Dalla ChiesaIn breve tempo la speciale struttura si impose per l’innovativo metodo investigativo, incentrato sull’approccio sistemico alle matrici criminali e alle rispettive organizzazioni più che sul raggiungimento di successi parziali, seppur importanti: il perseguimento dei reati fine.  Strumenti investigativi come le osservazioni, i pedinamenti e le intercettazioni ora consolidati nel cosiddetto metodo anticrimine, vennero sviluppati e via via affinati per identificare i membri delle formazioni eversive e i loro contatti, risalendo progressivamente ai vertici.

La struttura del Nucleo Speciale venne nel tempo ampliata, con la costituzione delle Sezioni Anticrimine con competenza interprovinciale e compiti di contrasto alla criminalità organizzata e ai fenomeni eversivi, strettamente coordinate attraverso la condivisione delle informazioni e delle procedure operative.

Il metodo anticrimine, che contribuì agli inizi degli anni 80 alla disarticolazione dei più importanti gruppi terroristici attivi in Italia, quali le Brigate Rosse, Prima Linea, Nuclei Armati Rivoluzionari, venne, poi, adottato per il  contrasto a qualsiasi forma di criminalità organizzata. L’obiettivo principale rimase quello di conoscere prima in maniera approfondita il fenomeno, il gruppo criminale, per procedere quindi alla sua disarticolazione