Menu
Mostra menu

Il Vice Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri

Chi è

Il Vice Comandante Generale (Art. 168 del D.Lgs. 15 marzo 2010 nr. 66):

  • è il generale di corpo d'armata in servizio permanente effettivo più anziano in ruolo e viene nominato con decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della difesa. Il decreto di nomina e' predisposto dal Comandante generale e trasmesso dal Capo di Stato Maggiore della Difesa;
  • rimane in carica con mandato della durata massima di un anno, salvo che nel frattempo non debba cessare dal servizio permanente effettivo per limiti di eta' o per altra causa prevista dalla legge;
  • e' gerarchicamente preminente rispetto agli altri generali di corpo d'armata dell'Arma dei carabinieri.

Il Ministro della difesa ha facolta' di escludere il generale di corpo d'armata piu' anziano e proporre la nomina di quello che lo segue in ordine di anzianita'.

Il Vice Comandante generale:

  • esercita le funzioni vicarie in caso di assenza o di impedimento del Comandante generale e lo coadiuva assolvendo le funzioni ed i compiti delegati;
  • su delega del Comandante Generale effettua ispezioni agli alti comandi dell'Arma;
  • e' membro ordinario con diritto di voto del Consiglio superiore delle Forze armate;
  • presiede la commissione ordinaria di avanzamento degli ufficiali dei carabinieri.

Attualmente in carica

Generale di Corpo d'Armata Ilio CICERI

ViceComandanteIlioCiceriIl Generale di Corpo d’Armata Ilio CICERI, nato ad Albese con Cassano (CO) il 28 dicembre 1955, ha intrapreso la carriera militare nel 1974, frequentando i corsi dell'Accademia Militare di Modena e della Scuola di Applicazione Carabinieri  in Roma.

Laureato  in Giurisprudenza  ed in Scienze Politiche, ha conseguito il Master in Scienze Strategiche, ha frequentato il Course of International Orientation for Senior Civil Servants.

Ha partecipato al 114° Corso Superiore di Stato Maggiore che abilita all'esercizio delle più alte funzioni dirigenziali.

Dopo una prima esperienza quale Comandante di Plotone del II Battaglione della Scuola Allievi Carabinieri di Roma  in Campobasso, ha retto in qualità di Comandante i Nuclei Operativi delle Compagnie di Milano Duomo e Milano Porta Magenta, il Nucleo Industriale della Legione Carabinieri di Milano e la Compagnia di "San Donato Milanese" dell’Arma dei Carabinieri.

Da Ufficiale superiore ha poi retto  il  Comando del Gruppo  Carabinieri di Castello di Cisterna (NA) ed in successione,  gli incarichi di Capo Ufficio "Criminalità Organizzata" e "Operazioni" del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri per complessivi 6 anni.

Dal 2001 ha anche ricoperto l'incarico di rappresentante nazionale della Rete Europea di Prevenzione del Crimine (EUCPN, organismo voluto dal Consiglio dell'UE per promuovere attività di prevenzione del crimine negli Stati membri), reggendone peraltro la presidenza nel semestre luglio - dicembre 2003.

Conseguito il grado di Colonnello ha retto il Comando Provinciale dei Carabinieri di Venezia e,  successivamente, è stato Capo del II Reparto del Comando Generale, incarico di vertice della struttura operativa dell'Arma, cui sono devoluti, fra l'altro, il coordinamento e la direzione dell'attività svolta dall'Arma nel contrasto a tutte le manifestazioni delinquenziali che interessano il Paese.

Promosso Generale di Brigata ha ricoperto  l'incarico di Sottocapo di Stato Maggiore del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri  al quale sono attribuite, tra l'altro, le funzioni di indirizzo, coordinamento e controllo nei settori della previsione e gestione dei capitoli di spesa, della legislazione e della selezione e reclutamento del personale.

Dal 24 settembre 2010 al 3 luglio 2012 è stato Comandante della Legione Carabinieri "Lazio".

Dal 4 Luglio 2012 al 17  Luglio 2016 ha ricoperto l’incarico di Capo di Stato Maggiore del Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri e di Direttore Editoriale della Rivista il Carabiniere, dedicandosi, in particolare, allo  sviluppo e alla pianificazione delle missioni addestrative internazionali nei territori iracheno e afghano, all’incisiva attività di ristrutturazione dell’organizzazione e delle procedure logistiche connesse ai provvedimenti governativi di spending review e alla razionalizzazione delle funzioni di polizia.

Dal 18 Luglio 2016 è Comandante Interregionale Carabinieri “Podgora”.

Dal 21 marzo 2019 ricopre la carica di Vice Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri.

E’ insignito di numerose onorificenze, tra le quali si segnalano: Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Medaglia d’Oro al merito di lungo comando, Medaglia Mauriziana per 10 lustri di carriera militare.