Menu
Mostra menu

Olimpiadi 2004

I nostri campioni

Le Olimpiadi costituiscono sicuramente il più importante appuntamento mondiale con lo sport. Un evento che affonda le sue radici nella tradizione e che è occasione di fratellanza universale in un confronto che esalta la lealtà ed il rispetto delle regole del gioco. La XXVIII edizione dei Giochi Olimpici si è svolta quest'anno nel suggestivo scenario di Atene, città che nel lontano 1896 ospitò la prima edizione delle Olimpiadi moderne volute dal Barone De Coubertin. A questo straordinario evento, l'Arma è stata presente con la più ampia rappresentativa di atleti che abbia mai partecipato alle Olimpiadi, composta - per la prima volta nella storia - anche da elementi femminili. Sono stati 23, infatti, gli atleti in forza al Centro Sportivo Carabinieri inseriti nelle rappresentative nazionali di atletica leggera, equitazione, judo, nuoto, tuffi e scherma che hanno conquistato la carta olimpica. Tale positivo risultato pone il comparto sportivo dell'Arma tra gli attori primari del mondo sportivo italiano ed è frutto di una recente strategia di ristrutturazione del settore che ha permesso di razionalizzare e migliorare le procedure di assunzione degli atleti, arricchendo così le già elevate potenzialità del Centro Sportivo Carabinieri.


I Risultati

A conclusione dei Giochi Olimpici, il Centro Sportivo Carabinieri è tornato a casa con il più ricco bottino di medaglie mai conquistato nelle precedenti edizioni olimpiche: due ori, due argenti e due bronzi. Per la prima volta, inoltre, il Centro Sportivo si è affermato al primo posto nella speciale classifica riservata ai Gruppi Sportivi Militari, seguito dalle Fiamme Oro e dalle Fiamme Gialle. Da sottolineare anche gli ottimi piazzamenti conseguiti dagli atleti dell'Arma nel Judo, nell'atletica leggera e nell'equitazione, unica disciplina in cui i nostri cavalieri hanno gareggiato indossando i colori d'istituto.
L'oro è stato conquistato da Aldo Montano nella sciabola individuale, da Salvo Sanzo e da Andrea Cassarà nel fioretto a squadre. L'argento, invece, da Sanzo nel fioretto individuale e da Luigi Tarantino, Montano e Giampiero Pastore nella sciabola a squadre. Infine, il bronzo da Cassarà nel fioretto individuale e da Federico Cappellazzo nella staffetta 4x200 di nuoto stile libero.