Menu
Mostra menu

Postfazione

Dopo il plebiscito nella Saar, un nuovo conflitto di grandi proporzioni si annunciava minacciosamente. Sarebbero passati molti anni prima che i Carabinieri fossero coinvolti in una nuova missione di pace: la riorganizzazione della Polizia somala durante il periodo di Amministrazione Fiduciaria italiana. Uno spirito diverso, una situazione internazionale mutata, non paragonabile al periodo prebellico, che pure aveva avuto una esperienza di comunità internazionale come la Società delle Nazioni, la quale però aveva fallito i suoi compiti per una lunga serie di ragioni, non ultima l'impossibilità di intervenire anche militarmente a difesa dei diritti degli Stati sovrani. La diplomazia non aveva la forza delle armi e la potenza dei cannoni e di migliaia di uomini in marcia.
Sulle ceneri della Società delle Nazioni, è sorta l'Organizzazione delle Nazioni Unite (Onu), più operativa, in tempi ormai diversi, con un'eredità di morti e distruzioni talmente pesante da far preferire interventi armati di mantenimento della pace (peace keeping), di "costrizione" alla pace (peace enforcement), di costruzione della pace (peace building), alla diplomazia della parola, naturalmente dopo averla cercata e provata.
La globalizzazione imperante ha reso certo necessaria la pace su tutto il pianeta, in quanto le varie regioni strategiche sono tutte dipendenti l'una dall'altra per la propria sicurezza e stabilità: possono avere problemi diversi, ma è sempre necessario circoscriverne i conflitti e farvi rispettare i diritti dell'Uomo, anche con la forza, per non creare situazioni che ricordino passate esperienze. D'altra parte la globalizzazione pone in primo piano un'economia senza confini, ed il pericolo che nuovi squilibri da essa provocati possano rimettere in corsa appetiti di imperialismi reali e concreti.
L'Arma dei Carabinieri contribuisce largamente al mantenimento della pace in varie regioni geo-politiche, con numerose Missioni che continuano a far conoscere in campo internazionale la preparazione professionale e umana dei suoi appartenenti.
Nel successivo volume saranno esaminate le origini e lo svolgimento delle Missioni del secondo dopoguerra e il loro impatto sulla comunità internazionale.