Menu
Mostra menu

Carlo Morozzo

Luogotenente Carlo MarozzoDue carabinieri reali si resero protagonisti di atti di riconosciuto eroismo nella campagna militare del 1849. Il carabiniere a cavallo Giovanni Battista Ruffo, incaricato di portare un ordine al Quartier generale piemontese durante la battaglia di Novara, riuscì nell'impresa nonostante fosse soggetto a una fitta scarica di fucileria nemica. Affrontò una pattuglia di Ulani austriaci che tentarono di farlo prigioniero ma furono costretti alla fuga. Il luogotenente Vittorio Morozzo Magliano di San Michele fu una delle ultime vittime di quella brevissima guerra. Il 25 marzo, al comando di un reparto di Carabinieri, Morozzo giunse a Casale Monferrato di scorta a un convoglio di rifornimenti e munizioni. “Essendo stata la cittadina investita dagli austriaci il giorno prima”, racconta il generale C.A. Arnaldo Ferrara, “ed essendo ancora in corso i combattimenti per il possesso della piazzaforte, il luogotenente Morozzo decise di attestarsi a protezione del ponte sul Po e di prendere parte alla difesa dell'importante punto strategico. Ciò consentì l'avanzata degli austriaci, che vennero bloccati dall'attacco sferrato dall'Ufficiale, il quale, purtroppo, cadde mortalmente ferito nel corso del furioso scontro”.