Menu
Mostra menu

Negri di Sanfront

Maggiore Negri Sanfront, Comandante dei tre SquadroniL’uomo che guidò la carica di Pastrengo indossava soltanto da due settimane l’uniforme dei Carabinieri Reali. Fino al 15 aprile il maggiore generale Alessandro Negri di Sanfront aveva prestato servizio nella Cavalleria (con il grado di maggiore). Piemontese, quarantaquattrenne, era dotato di indiscutibili capacità militari e di grande coraggio. L’anno successivo, nella seconda campagna della guerra, fu promosso aiutante di campo del re. Collocato definitivamente a riposo nel 1865, fu nominato senatore del Regno nel 1876. Decorato di Medaglia d’argento al valor militare, ebbe la Croce di Grand’Ufficiale dei due Ordini della Corona e dei Santi Maurizio e Lazzaro. Il giorno dopo Pastrengo, scrisse in un rapporto: “Non domando rinforzi. Se siamo attaccati, i Carabinieri Reali si difenderanno sino all’ultimo momento”. A Pastrengo – sotto la sua guida – i tre Squadroni di Carabinieri a cavallo (che contavano complessivamente 280 uomini) erano comandati dai capitani Luigi Incisa di Camerana, Carlo Brunetta d’Usseaux e Angelo Morelli di Popolo.