Menu
Mostra menu

Marino Di Resta

maresciallo Marino Di RestaIl 16 settembre 1996, durante un conflitto a fuoco con quattro rapinatori che poco prima avevano derubato un rappresentante di preziosi, fu ucciso a Pescara il maresciallo Marino Di Resta. 
La tragedia si consumò in un villino disabitato dove i malviventi si erano rifugiati per spartirsi il bottino. 
I carabinieri, individuato il covo, intimarono ai quattro di arrendersi. Questi, per tutta risposta, cominciarono a sparare. In un attimo si scatenò l’inferno, e sotto i colpi dei malfattori cadde Marino Di Resta. I banditi riuscirono a fuggire, approfittando della momentanea esitazione dei militari dell’Arma, preoccupati per l’incolumità di un gruppo di bambini usciti da scuola che passava di lì in quel momento. 
I responsabili della rapina e dell’omicidio vennero poi tratti in arresto, la refurtiva fu recuperata. Questo, in sintesi, il bilancio di una “normale” operazione di servizio, costata però un prezzo altissimo.