Menu
Mostra menu

Giovanni Battista Scapaccino

Francesco Gonin, Sacrificio del Carabiniere a cavallo Giovanni Battista Scapaccino (Roma, Museo Storico Arma Carabinieri)Giovanni Battista Scapaccino fu il primo carabiniere al quale fu conferita la Medaglia d’Oro (alla Memoria).

Era la sera del 3 febbraio 1834, nei giorni dell’insurrezione mazziniana. Il carabiniere a cavallo Scapaccino – latore di un messaggio destinato al Sindaco del paese di Les Echelles, in Savoia, per sollecitare la guarnigione locale a tenere a bada i ribelli in attesa di rinforzi (una compagnia del Reggimento Savona) – arrivò a destinazione quando gli insorti avevano già conquistato la postazione. Scapaccino non ebbe il tempo per rendersi conto di quanto era già accaduto. Ma quando gli insorti, mostrando la loro bandiera, gli domandarono «se egli volesse o no riconoscerla: il prode rispondeva di non conoscere che quella del suo re, e quindi due spari di fucile lo colpivano al petto e lo stendevano morto al suolo». Così scrisse, nel rapporto, il suo Comandante, colonnello D’Onier. L’ordine del giorno del Ministro della Guerra (redatto il 12 febbraio) raccontò che, prima di morire, Scapaccino gridò «Viva il Re!».