Menu
Mostra menu

Filippo Montesi

Filippo MontesiIl 15 marzo 1983, durante la missione Libano 2, il marò di leva (Battaglione San Marco) Filippo Montesi fu colpito alla schiena mentre si trovava in azione di pattugliamento notturno sulla via dell’aeroporto nei pressi del campo profughi palestinese di Burj el Baraj, a Beirut. Morì il 22 marzo 1983 in seguito alle ferite riportate. Montesi fu l’unico militare italiano a cadere durante la missione nella quale rimasero feriti 75 italiani. I caduti americani furono 275, i francesi 87. A Montesi fu conferita la Croce di guerra alla memoria, con la seguente motivazione: «Militare del contingente di pace nel Libano, in servizio di pattugliamento notturno, veniva attaccato con raffiche di mitra e lancio di bombe. Ferito gravemente in più parti, dando prova di abnegazione, incitava i commilitoni a reagire, invitandoli a non curarsi di lui».