Menu
Mostra menu

Soggetti dell’arte

Achille Beltrame, Il primo Carosello dei Carabinieri a cavallo svoltosi in piazza di Siena, a Roma, il 9 luglio 1933 (Domenica del Corriere)La tavola della pagina di fronte è firmata da Achille Beltrame e fu pubblicata dalla Domenica del Corriere in occasione del primo Carosello dei Carabinieri a cavallo (1933). Beltrame fu il pittore-cronista più attento agli episodi eroici della Prima guerra mondiale, e si occupò molto spesso delle gesta degli uomini dell’Arma. Anche nel Ventennio fascista molti pittori e illustratori presero a soggetto i carabinieri, la cui fedeltà alle Istituzioni li rendeva molto popolari. Un altro pittore che si occupò costantemente dell’Arma fu Vittorio Pisani (sulla Tribuna illustrata). Nell’Ottocento fu Quinto Cenni il principale illustratore di soggetti militari: uniformi, buffetterie, armi erano costantemente raccontati con disegni minuziosi da questo artista. Ma i carabinieri offrirono spunti, come dimostrano le immagini in queste pagine, anche nei momenti di riposo, o quando facevano la ronda, o (persino) quando venivano colti da qualche artista in un momento di abbandono con una ragazza al fianco. A pagina 66 c’è un ritratto (di spalle) di due carabinieri, firmato da Ottone Rosai. L’attenzione dell’arte per i Carabinieri non è che un’ulteriore conferma dell’affetto che tutta l’Italia, da duecento anni, nutre per i nostri uomini.