Menu
Mostra menu

Le onorificenze di guerra

il manifesto con il quale il Comandante del Corpo d’Armata di Torino comunicò alla popolazione di assumere la tutela dell’ordine pubblico in seguito ai gravi tumulti scoppiati nella capitale piemontese il 22 agosto 1917Due anni e mezzo dopo la fine della Grande Guerra, la bandiera dell’Arma dei Carabinieri fu decorata di Medaglia d’oro al valor militare con una motivazione che recitava: «Rinnovellò le sue più fiere tradizioni con innumerevoli prove di tenace attaccamento al dovere e di fulgido eroismo, dando validissimo contributo alla radiosa vittoria delle armi d’Italia». Il tributo di sangue versato dai Carabinieri è stato calcolato in 1.400 morti e oltre 5.000 feriti. Quanto alle ricompense, 6.247 furono gli encomi solenni individuali (300 destinati a ufficiali), mentre quelli collettivi ai vari reparti furono 200. All’Arma fu assegnata una Croce dell’Ordine militare; 4 le Medaglie d’oro individuali; 304 quelle d’argento, 831 di bronzo, 801 le Croci di guerra al valor militare; 8.182 le Croci al merito, 236 le promozioni per merito di guerra, due le promozioni per meriti eccezionali. Il decreto di conferimento della Medaglia d’oro alla bandiera dell’Arma è datato 5 giugno 1820. Da allora la festa dell’Arma si celebra in questo giorno.