Menu
Mostra menu

Immagine descritta nella didascalia sottostante




Il dì 7 del mese, all'una e cinque del pomeriggio, dopo che su tutta la zona di Catania si erano addensate nubi foriere di qualche sinistro, in corrispondenza del Colle di Cimbali vi fu uno squarcio repentino delle nubi più basse, indi un agitarsi delle medesime con la comparsa come di un fumo denso roteante ed ascendente che si allungava in alto, ove si confondeva con un fitto velo di nebbia. Dopo questo fenomeno vi fu un'abbondante caduta di grandine della straordinaria grandezza di una noce e fin anche di un piccola arancia. Dopo il ciclone la distruzione apparve immensa in tutta la zona, come mostra la nostra tavola con un carabiniere intento a soccorrere un vecchio infortunato.

(Da "L'Illustrazione Italiana", del 26 ottobre 1884)