Menu
Mostra menu

Non tutti sanno che...

SERPI GIOVANNI

Luogotenente generale dei Carabinieri (Sardara, Cagliari, 19 febbraio 1806 - ?) - Sottotenente nel Reggimento Savoia Cavalleria il 6 febbraio 1829, venne promosso luogotenente il 1° aprile 1937. Il 10 agosto 1841 passò a prestare servizio nel Reggimento Cavalleggeri di Sardegna, dove disimpegnò la carica di aiutante maggiore in 1^ che mantenne dopo la promozione a capitano, avvenuta l'8 luglio 1843.

Promosso maggiore di Cavalleria il 7 giugno 1849 e luogotenente colonnello il 28 maggio 1852, dal 1° luglio 1853 - per effetto della soppressione del Reggimento e della ricostituzione nell'isola del Corpo dei Carabinieri - entrò a far parte di questo Corpo, nel quale il 18 marzo 1860 conseguì il grado di colonnello, rimanendo al comando della Divisione Carabinieri di Cagliari.
Destinato il 25 ottobre successivo al comando del "Corpo Carabinieri Reali di Sicilia" (v. Sicilia) disimpegnò tale funzione con il grado di maggiore generale dal 29 dicembre dello stesso anno e dal 31 ottobre 1861 con la carica di Ispettore, a lui delegata dal Comitato dell'Arma (v.), del quale faceva parte.

Per oltre tre anni il generale Serpi svolse nell'isola - travagliata da inquietudini dovute al processo di adattamento al nuovo ordine costituzionale e fomentate da agitatori senza scrupoli - attività ispirata a criteri congiunti di fermezza e di moderazione, in ciò assecondato da ufficiali dell'Arma di alto valore professionale, quali il colonnello Carlo Alberto Basso ed il luogotenente colonnello Francesco Massiera.
In data 5 agosto 1864 il generale Serpi fece ritorno al Comitato dell'Arma, nel quale disimpegnò le sue mansioni sino al 20 giugno 1866, data della sua destinazione alla Legione di Firenze.

Per il sopravvenire della 3^ Guerra d'Indipendenza, il generale Serpi fu preposto al Comando Superiore dei Carabinieri impegnati in quella campagna, nella quale si distinse tanto da essere insignito della Croce di Grande Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro. Subito dopo la fine delle operazioni fu promosso, in data 20 agosto 1866, al grado di luogotenente generale.
Richiamato il 16 gennaio 1868 in servizio dalla posizione di disponibilità in cui era stato collocato dall'11 agosto 1867, venne nominato Ispettore dell'Esercito, venendo collocato a riposo nel 1870.