Menu
Mostra menu
Non tutti sanno che...

PILAT Bruno

Carabiniere Medaglia di Bronzo al Valor Militare e Medaglia d'Argento al Merito Civile "alla memoria", nato a Follina (TV) il 13 aprile 1913 - deceduto a Savona nel 2006.

Alla sua memoria è intitolata, dal 9 marzo 2015, la Caserma sede del Comando Stazione Carabinieri di Cison Valmarino (TV).

Fu insignito della Medaglia di Bronzo al Valor Militare con la seguente motivazione: "Dava prova di ardimento e di alto sentimento del dovere affrontando da solo ed in località isolata un pregiudicato che poco prima, colto da improvvisa alienazione mentale, si era reso responsabile di grave ferimento, riuscendo a disarmarlo della pistola carica che questi teneva in pugno. Successivamente, mentre traduceva in caserma l'arrestato sebbene da questi ferito di sorpresa alla gola con un coltello e, benché stremato di forze per l'abbondante emorragia, con virile energia gli tenne fronte, colpendolo a morte con un colpo di pistola". Ivrea (TO), 7 dicembre 1935.

Fu insignito della Medaglia d'Argento al Merito Civile "alla memoria" con la seguente motivazione: "Comandante di Stazione Carabinieri, con generoso slancio ed eccezionale senso di abnegazione, si adoperò durante l'occupazione nazista per alleviare le sofferenze di molti cittadini ebrei jugoslavi confinati nel territorio italiano, proteggendoli dalle violenze fisiche e favorendone l'espatrio clandestino in Svizzera. Catturato e deportato in Germania, subì stenti e privazioni fino al rientro in patria al termine
della guerra. Chiaro esempio di elette virtù civiche ed altissimo senso del dovere
". Aprica (SO) 1942/1944.