Menu
Mostra menu

Non tutti sanno che...

OPERA NAZIONALE ASSISTENZA ORFANI MILITARI ARMA CARABINIERI (O.N.A.O.M.A.C.)

E' stata costituita ed eretta in Ente Morale con D.P.R. n. 1303 del 5 ottobre 1948. La sua origine risale però all'anno precedente, allorché il Comandante Generale dell'Arma, generale di C.A. Fedele De Giorgis, dopo aver nominato una Commissione di studio per concretizzare nella maniera più idonea l'assistenza ai figli dei Carabinieri deceduti in servizio, lanciò un appello a tutti i militari dell'Arma perché rinunciassero ad una giornata della tredicesima mensilità allo scopo di costituire la base finanziaria dell'Opera.

Il primo fondo cosi raccolto ammontò ad oltre 38 milioni di lire, cifra che andò accrescendosi negli anni successivi per entrate stabilite dallo Statuto dell'O.N.A.O.M.A.C. e costituite in via ordinaria dai redditi patrimoniali ed in via straordinaria da volontarie oblazioni, da sovvenzioni, lasciti o donazioni dello Stato, Enti e di privati.

Già nella ricorrenza del primo decennale dell'Opera - celebrato solennemente il 26 ottobre 1958 a S. Mauro Torinese, il cui istituto da solo ospitava 165 ragazzi - ben 473 orfani maschi erano assistiti complessivamente nei vari collegi, mentre 229 orfane erano ripartite in altri e separati collegi, con una spesa annua di oltre 150 milioni. L'assistenza e l'istruzione dei ragazzi era affidata a religiosi di vari Ordini, noti per capacità e benemerenza in tali campi.