Menu
Mostra menu

Non tutti sanno che...

MONITORE DEI CARABINIERI REALI

Quasi contemporaneamente a IL CARABINIERE (v.) e sempre per iniziativa di privati, venne stampata un'altra pubblicazione destinata alla diffusione nell'ambito dell'Arma, il MONITORE DEI CARABINIERI REALI, della quale sono giunte fino a noi purtroppo solo poche copie. Il numero più antico esistente reca la data del 5 marzo 1874, Anno 2° n. 19, e da esso si può dedurre che il MONITORE aveva iniziato le pubblicazioni nel 1873, cioè un anno dopo IL CARABINIERE. Gerente responsabile era Giovanni Fornaro e la stampa veniva curata dalla tipografia Artero, di via Monte Brianzo 30, a Roma.

Il giornale, composto da quattro pagine, senza illustrazioni, formato 38x27, vedeva la luce due volte la settimana e precisamente il giovedì e la domenica. Il prezzo di associazione era di 10 lire annue, due lire in più dell'abbonamento a IL CARABINIERE; era previsto il pagamento trimestrale o semestrale.

Il motto del giornale, compreso nella testata, era: "Disciplina istruzione - emulazione".

Nel 1900 il MONITORE da pubblicazione privata divenne organo ufficiale delle Società di mutuo soccorso tra i "congedati ed i giubilati dell'Arma" esistenti all'epoca nelle principali città. La testata venne modificata con l'inserimento dell'articolo (IL) e di una riproduzione di militari in grande uniforme, a piedi ed a cavallo. Il motto divenne: "Disciplina - istruzione - intelligenza ed amore al servizio - emulazione". Nuovo direttore fu Carlo Bartolini, proprietario dei periodico che divenne settimanale (usciva solo il martedì e l'abbonamento era stato ridotto a 5 lire l'anno); redattore capo l'avvocato Ferdinando Partini.
La direzione aveva sede al n. 337 di Corso Umberto I.
L'ultimo numero de IL MONITORE, conservato presso il Museo Storico dell'Arma e probabilmente anche l'ultimo del periodico, porta la data del 16 luglio del 1924, anno 50' di vita della pubblicazione.