Menu
Mostra menu

Non tutti sanno che...

MASSIERA FRANCESCO

Maggiore generale dei Carabinieri (Nizza, 27 luglio 1814 - Torino, 21 febbraio 1895) - Sottotenente di Cavalleria, passò nel Corpo dei Carabinieri Reali il 16 aprile 1841, ma per la norma di legge allora vigente secondo cui alcuni gradi del Corpo dei Carabinieri corrispondevano a quelli immediatamente superiori degli altri Corpi dell'Armata sarda, il suo passaggio avvenne con il grado di maresciallo.

Venne nominato sottotenente dei Carabinieri il 3 ottobre 1843, promosso luogotenente il 29 marzo 1848 e capitano l'8 agosto 1854. Con il grado di capitano - ufficialmente dimissionario, per esigenze politiche, dal Corpo dei Carabinieri del Regno sardo-piemontese - venne assegnato nell'agosto 1860 al Corpo dei Carabinieri istituito il 14 luglio 1860 dal generale Garibaldí in Sicilia (v. Sicilia, Corpo di Carabinieri in).

Tornato a Torino nel febbraio 1861, rientrò nell'organico degli ufficiali dell'Arma con il grado di maggiore, che gli era stato conferito, al suo arrivo nell'isola, dal pro Dittatore Mordini e venne destinato alla costituenda Legione Allievi Carabinieri.
Promosso luogotenente colonnello, per l'ottima prova già fornita in Sicilia, venne destinato nell'ottobre 1863 al comando della Legione di Palermo, nel quale venne confermato con la promozione a colonnello.
Comandò successivamente la Legione di Bari, la Legione Allievi e quella di Firenze. Al colonnello Massiera va gran merito dell'organizzazione del servizio dell'Arina in Sicilia dopo l'annessione dell'isola al Regno d'Italia.