Menu
Mostra menu

Non tutti sanno che...

ITALIA LIBERATA (Comando dell'Arma dei Carabinieri dell')

Nel corso della 2^ Guerra Mondiale gli avvenimenti successivi all'armistizio dell'8 settembre 1943 imposero il trasferimento al Sud degli organi centrali dello Stato e determinarono l'inizio dei movimenti clandestini di Resistenzg, nei quali l'Arma si distinse per le prove di valore e per il contributo di sangue offerto dalle sue formazioni o dai singoli suoi componenti (v. Resistenza e Guerra di Liberazione).
Nel quadro della nuova situazione venutasi a creare con l'entrata in guerra del nostro Paese a fianco degli Alleati e con lo svolgersi degli eventi bellici, il 12 settembre 1943, quattro giorni dopo l'armistizio, venne costituito a Bari il «Comando Carabinieri dell'Italia Meridionale», che in data 15 novembre successivo venne soppresso per la contemporanea istituzione del "Comando dell'Arma dei Carabinieri dell'Italia Liberata" che ebbe alle dipendenze le Legioni di Bari, Cagliari, Catanzaro e Napoli.

Con circolare n. 65/1 del 20 luglio 1944 - Ufficio Ordinamento - a firma del generale di C.A. Taddeo Orlando, Comandante Generale, venne comunicata ai comandi dipendenti l'ufficiale ricostituzione nella Capitale del Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri.