Menu
Mostra menu

Non tutti sanno che...

FOSSE ARDEATINE

Tenente R. Rodriguez Pereira.Tenente G. Fontana.Capitano R. Aversa.Maggiore U. De Carolis.Ten. colonnello M. Talamo.Ten. colonnello G. Frignani. Località periferica di Roma nella quale la sera dei 24 marzo 1944 sei ufficiali dell'Arma, treCarabiniere G. Forte.Carabiniere A. Renzini.Corazziere C. Giordano.Brigadiere G. Sergi.Brigadiere C. Manca.Maresciallo F. Pepicelli. sottufficiali e tre carabinieri, detenuti nelle tristemente famose celle di via Tasso, furono trucidati dai nazisti unitamente ad altri 323 ostaggi,in esecuzione di barbara rappresaglia per un attacco di partigiani effettuato il giorno antecedente contro un reparto di SS naziste in transito per via Rasella.

Sul luogo dell'eccidio è sorto il Mausoleo Ardeatino per onorare perennemente la memoria di quei Caduti, affratellati dall'ideale della lotta di un popolo contro l'invasore.
L'eccidio delle Fosse Ardeatine in un quadro ad olio di Vittorio Pisani conservato presso il Museo Storico dell'Arma dei Carabinieri.I nomi dei militari dell'Arma caduti alle Fosse Ardeatine e tutti decorati di Medaglia d'Oro al Valor Militare alla Memoria sono i seguenti:
tenente colonnello Giovanni Frignani, tenente colonnello Manfredi Talamo, maggiore Ugo De Carolis, capitano Raffaele Aversa, tenente Genserico Fontana, tenente Romeo Rodriguez Pereira, maresciallo d'alloggio Francesco Pepicelli, brigadiere Candido Manca, brigadiere Gerardo Sergi, corazziere Calcedonio Giordano, carabiniere Augusto Renzini, carabiniere Gaetano Forte.