Menu
Mostra menu

Non tutti sanno che...

CHAPERONS

Termine francese che vuol dire "cappuccio" ed in traslato copertura, usato nell'uniformologia militare del primo '800 nell'esercito sardo-piemontese per indicare l'elemento ornamentale di panno turchino che ai due lati della gualdrappa copriva la fonda, destinata all'alloggiamento della pistola. Gli chaperons venivano usati nella bardatura dei cavalli degli ufficiali dei Carabinieri (e dei marescialli dell'Arma, originariamente parificati ai sottotenenti dell'Esercito) sia con la grande montura, cioè con la grande uniforme (gallone d'argento, cifre e ricami), sia con la montura ordinaria, con la quale furono dapprima di pelle d'orso, poi di pelle di foca.
Il termine chaperons scomparve successivamente, per far luogo alla parola coprifonde, divenuta in seguito copritasche (v. Bardatura).