Menu
Mostra menu

Non tutti sanno che...

CARTELLINO BIOGRAFICO

Secondo le prescrizioni dettate dalla vigente "Istruzione sul carteggio" al n. 148 e segg. e sulla base delle norme generali emanate dal Ministero dell'Interno il cartellino biografico é compilato dai comandanti di Stazione dell'Arma o dagli organi operativi dell'Arma stessa per i delinquenti e contravventori abituali, professionali o per tendenza, per quelli colpiti da misure amministrative di sicurezza e per quelli sottoposti a misure di prevenzione o per essa proposti.

Il cartellino segnaletico deve essere allegato al fascicolo personale tenuto dai comandi dell'Arma per ciascuno degli individui sopra indicati, in particolare:
"Il cartellino biografico di cui al citato n. 148 deve poter dare ai comandi che lo detengono una completa e sicura fonte informativa per poter rispondere sollecitamente e con precisione ad ogni richiesta dell'Autorità Giudiziaria e di quella di Pubblica Sicurezza; costituisce, in altre parole, un documento che offre all'Arma possibilità di svolgere una opera di utilissima collaborazione con la giustizia penale, per l'influenza, talvolta decisiva, che i suoi rapporti possono avere sui giudicati, sia per l'applicazione della pena e delle misure di sicurezza, sia per la concessione degli speciali provvedimenti di clemenza previsti dalla legge.

Di qui la necessità di fissare nel cartellino biografico, sinteticamente, man mano che è possibile venirne a conoscenza, tutte le notizie obiettive, e cioè i fatti, che si riferiscono alle diverse fasi della vita dell'individuo, evitando giudizi personali.
Si distingueranno sempre i dati di fatto accertati dall'Arma da quelli raccolti dalla voce pubblica che non si sono potuti controllare.
Il cartellino segnaletico costituisce una preziosa fonte per il servizio di identificazione e delle ricerche, poiché contiene tutti i quattro metodi di segnalamento: fotografico, descrittivo, antropometrico e dattiloscopico.
A quest'ultimo si riferiscono anche il "foglietto dattiloscopico di controllo" e la "scheda per le impronte palmari" che, in occasione di arresti effettuati, il comandante del reparto che ha compiuto gli accertamenti compila unitamente al cartellino segnaletico
".