Menu
Mostra menu

Non tutti sanno che...

BARRACELLI

Istituite in Sardegna con legge 2 agosto 1897 per la "guarentigia delle proprietà affidate alla loro custodia mediante un compenso corrisposto dai proprietari assicurati" per cooperare ai servizi di sicurezza pubblica, per reprimere l'abigeato ed il pascolo abusivo nell'isola.

Ricevettero un Regolamento con R.D. 14 luglio 1898.
Erano composte da cittadini di buona condotta "proprietari di beni stabili al netto da ipoteche", armati di fucile e di rivoltella, al comando di un capitano.
Non costituivano corpo militarmente organizzato ma i loro componenti erano equiparati agli agenti della pubblica sicurezza.

Le Compagnie Barracellari sono oggi regolate dalla Legge Regionale della Sardegna 15 luglio 1988, n. 25, che ne stabilisce le seguenti funzioni:

  1. salvaguardare le proprietà affidate loro in custodia dai proprietari assicurati, verso un corrispettivo determinato secondo le modalità previste dalla medesima legge regionale;
  2. collaborare, su eventuale richiesta di queste, con le autorità istituzionalmente preposte al servizio di:
    1. protezione civile;
    2. prevenzione e repressione dell’abigeato;
    3. prevenzione e repressione delle infrazioni previste in materia di controllo degli scarichi di rifiuti civili ed industriali;
  3. collaborare, con gli organi statali e regionali, istituzionalmente preposti alle attività di vigilanza e tutela nell’ambito delle seguenti materie: salvaguardia del patrimonio boschivo, forestale, silvopastorale, compresi i pascoli montani e le aree coltivate in genere;
    1. salvaguardia del patrimonio idrico, con particolare riguardo alla prevenzione dell’inquinamento;
    2. tutela di parchi, aree vincolate e protette, flora, vegetazione e patrimonio naturale in genere;
    3. caccia e pesca;
    4. prevenzione e repressione degli incendi;
  4. salvaguardia del patrimonio e dei beni dell’ente comune di appartenenza, siti fuori dalla cinta urbana, nonché amministrazione dei beni di uso civico e di demanio armentizio, secondo le modalità da stabilirsi con apposita convenzione.

Alle dipendenze dell'Arma dei Carabinieri o dell'autorità locale di P.S. esercitano vigilanza assidua per reprimere i delitti contro la proprietà mediante perlustrazioni notturne e collaborano ad operazioni di ricerca di malfattori o di evasi.