Menu
Mostra menu

Non tutti sanno che...


APPIATTAMENTO (o Appostamento)

Accorgimento di servizio spesso usato dai Carabinieri per occultarsi, specie in zone boscose o campestri, allo scopo di sorprendere malviventi. Questo vocabolo ricorre soprattutto nella lunga storia del quaderno del servizio giornaliero ("brogliaccio") compilato dai comandanti di Stazione.

Stranamente, però, dell'appiattamento si riscontra ampia menzione solo nella circolare diramata il 14 maggio 1879 dal Presidente del Comitato (Comandante Generale) dell'Arma dei Carabinieri tenente generale Leonardo Roissard de Bellet e diretta ai comandanti di Legione.

Il documento iniziava con queste parole: «Questo Comitato ha avuto a rilevare che i Carabinieri in appiattamento spesso intendono far soffermare con "l'alt, chi va là?" le persone che si avvicinano ai luoghi da essi occupati». Con argomentazioni venate di un certo umorismo il gen. Roissard enunciava poi i motivi che rendevano inopportuna l'intimazione e che sono così riassumibili:

  • se i malviventi da sorprendere sono conosciuti, la perplessità suggerita dall' "alt, chi va là?" è da escludere;

  • se l'appiattamento mira ad impedire la consumazione di reati, la ingiunzione riesce dannosa allo scopo, specialmente se i carabinieri debbono poi abbandonare l'appostamento per perseguire facinorosi oppure "trarli nell'agguato".

La circolare così concludeva: «In una parola, l' "alt, chi va là?" non solo distrugge l'effetto dell'appiattamento, ma può anche produrre sfavorevoli conseguenze, imperocché i delinquenti sfuggono, e tal fiata, cogliendo il destro, attaccano essi per i primi, ed in condizioni più vantaggiose, la pubblica forza».