Menu
Mostra menu

Non tutti sanno che...





ALLIEVI CARABINIERI

Allievo carabiniere a piedi (1822), in tenuta di servizio armatoCategoria istituita con le RR. Patenti 12 ottobre 1822, alla quale furono destinati uomini che non avessero mai prestato servizio militare o, se provenienti dalle truppe, non contassero ancora i prescritti 4 anni di servizio "in un Corpo della Regia Armata".
Allievo carabiniere a piedi (1822), in tenuta ordinaria di uscita
Nell'accompagnare l'invio degli esemplari delle citate Patenti al Comandante del Corpo dei Carabinieri, per la distribuzione tra i comandi dipendenti, il maggiore generale Ispettore Generale dell'Arma (v. Ispezione Generale), Giovanni Battista d'Oncieux de la Bátie, raccomandò in particolare:

"La scelta dei soggetti destinati a formare il deposito degli allievi esige una molto particolare attenzione, l'incarico di istruirli al servizio dell'Arma dovrà confidarsi ad Uffiziali e Bass'Uffiziali che uniscano alla capacità una pazienza instancabile, come è necessario per l'istruzione, ed una tale costante applicazione, che gli allievi prenderanno per modello, sarà una garanzia della loro buona riuscita".

Allievo carabiniere a piedi (1864), in tenuta ordinariaIl numero degli allievi carabinieri stabilito nel 1822 per il deposito di Torino fu di 25 per la specialità a cavallo e di 75 per quella a piedi; con R. Viglietto 26 ottobre 1833 fu portato a 30 e 50.

Tali contingenti variarono di poco negli anni successivi, sino a divenire complessivamente di 175 allievi nell'anno 1860.

Con l'ordinamento stabilito dal R.D. 24 gennaio 1861 venne istituita in Torino la Legione Allievi Carabinieri, della quale fecero parte gli allievi del precedente deposito e le reclute della classe 1841 (v. Scuola Allievi Carabinieri ).