Menu
Mostra menu

Non tutti sanno che...



AFFARDELLAMENTO DEL MANTELLO DA CARABINIERE A CAVALLO (v.
Sella e bardatura )

Servizio Dalle istruzioni emanate nel 1914: il mantello arrotolato dovrà avere la lunghezza di m. 1,10. L'estremità delle coregge dovranno essere ripiegate verso le spalle del cavallo. Ben assestato il mantello, dovranno dal medesimo essere fatte scomparire le pieghe prodotte dalle coregge affibbiate.
Le bisacce, essendo necessario che presentino una superficie piana e, nel limite consentito, soffice contro i fianchi ed il costato del cavallo, dovranno essere ben battute ed adattate.

Modo di arrotolare il mantello e di disporlo sulla sella:

Per la bardatura ordinaria
Si stende il mantello in tutta la sua lunghezza e larghezza. Poscia:

  1. Si piega in due col rovescio in fuori.

  2. Si ripiega il bavero per tutta la lunghezza del rosso.

  3. Si ripiegano i lembi facendoli sovrapporre in modo da ottenere una lunghezza di metri 1,10.

  4. Si ripiega la parte rotonda del mantello per circa 30 centimetri.

  5. Si arrotola il mantello cominciando dalla parte verso il bavero.

  6. Si assesta sulla sella col lembo estremo verso il cavaliere.

Per la bardatura di parata:

  1. Si piega in due il mantello a rovescio con il bavero in dentro e lo si posa su di un tavolo assestando bene la mantellina.

  2. Si ripiega internamente il lembo sottostante per circa 5 cm., in modo che l'altro vi risulti sovrapposto e sporgente.

  3. Si sovrappone la parte posteriore su quella anteriore di tanto, che la piegatura venga a risultare all'altezza della cucitura del colletto.

  4. Dalla piegatura si misurano m. 1,10 e si rimboccano le estremità di quanto sopravanza e si ripiega il rimanente dalla parte rotonda in modo da formare un rettangolo.

  5. Si arrotola dalla parte nera ripiegando di circa 15 cm. la parte opposta e facendo entrare il rotolo fra i due lembi.

  6. Si colloca il mantello sulla sella col rosso in sopra e verso le spalle del cavallo".

Modo di portare il mantello a tracolla:

Per portare il mantello a tracolla è necessario che lo stesso sia ben disteso in tutta la sua larghezza e lunghezza, poscia:

  1. Si piega in due con il rovescio all'infuori, in guisa che risulti un semicircolo.

  2. Si ripiega il bavero all'indietro.

  3. Si piegano le parti laterali per una lunghezza variante dai quaranta ai cinquanta centimetri, a seconda della statura del militare, con le cuciture parallele ed all'altezza di quella del bavero.

  4. Si piega verso il bavero la parte inferiore in guisa da formare un rettangolo.

  5. Si arrotola strettamente a cominciare dalla parte del bavero, in modo che ne risulti un cilindro, da renderlo piatto di poi nella parte centrale.

  6. Si uniscono le due estremità e si legano strettamente con l'apposita coreggia".